comprare azioni google

Comprare azioni Google [Ecco una guida completa]

Ecco una guida completa su come comprare azioni Google.

Google, al secolo Google LLC, è la più importante azienda informatica statunitense e tra le più importanti compagnie del pianeta. Attiva nell’erogazione di una vastissima gamma di prodotti e servizi, l’azienda è soprattutto nota per il suo motore di ricerca Google Search, il sistema operativo Android e per molteplici servizi web quali Youtube, Gmail, Play Store, Google Maps e molti altri.

La società fa oggi capo alla holding Alphabet e, guidata dai fondatori di Google Larry Page e Sergei Brin, è la capogruppo dell’estesa varietà di imprese e prodotti facenti parte dell’ecosistema Google che, al 2018, conta 114.096 dipendenti ed ha il suo quartier generale nel cosiddetto Googleplex, un’ampia distesa di edifici siti a Mountain View (California) interamente dedita alle attività di una delle più grandi e profittevoli aziende del globo e alla permanenza dei suoi dipendenti.

Google, inoltre, è parte delle quattro aziende più capitalizzate al mondo, dette Big Four, assieme a Facebook, Apple e Amazon e, con una assidua e continuativa attività di espansione della propria realtà industriale, è presente in oltre 70 uffici in 50 paesi e detiene il sito web (nonché Google Search) più visitato al mondo. Con un brand tanto noto e riconosciuto da aver partorito termini e verbi denominali ormai parte dell’abituale vocabolario umano; tra questi spicca l’italiano “googlare”, l’inglese “to google” ed il tedesco “googeIn”, tutti riconducibili all’azione di digitare delle parole sul famoso motore di ricerca.

In questo articolo approfondiremo storia, politica e strategie che caratterizzano una delle imprese più innovative e performanti di sempre, analizzeremo l’andamento del suo titolo in borsa ed offriremo gli spunti e i consigli necessari a comprare azioni Google in modo profittevole.

Prima di iniziare, ecco una panoramica delle migliori piattaforme su cui comprare azioni, tutte si distinguono per rapidità, efficacia, semplicità di utilizzo e facile accesso ai trading ed agli investimenti online.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    **Terms and Conditions apply. **75% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money
  • Broker:
    Deposito Minimo: 250 €
    Licenza: Cysec
    • Segnali SMS
    • Leva fino a 400 per trader professionisti
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Piattaforma professionale
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Comprare azioni Google: Storia e Dati Finanziari

Nato dall’idea di due talentuosi studenti di Stanford, Google prende forma il 4 settembre 1998 per mano di Larry Page e Sergei Brin. Entrambi, infatti, sostenevano la maggiore efficacia di un motore di ricerca che analizzasse le pagine secondo il loro numero di link, diversamente da come avveniva ai tempi.

Consegue la costituzione di una società dinamica ed in instancabile movimento e la diffusione del suo prodotto in più angoli del globo, con una disponibilità del servizio in circa 128 lingue ed una serie di attività strategiche che conducono la società, nel 2012, a registrare un valore capitale in borsa di circa 249,19 miliardi di dollari americani, superando per la prima volta la gigantesca Microsoft (anch’essa quotata in NASDAQ)

Google LLC  è oggi guidata dal suo CEO Sundar Pichai e fa capo alla capogruppo Alphabet, amministrata dagli stessi Page e Brin e nata nel 2015, in seguito ad una riorganizzazione interna, con il fine di gestire con più semplicità le società appartenenti all’ecosistema dell’azienda di Mountain View. Questa, infatti, opera con svariati servizi digitali tra cui emergono:

  • Google Search
  • Youtube
  • Android
  • Google Chrome
  • Gmail
  • Play Store (e tanti altri)

e si configura come una delle realtà tech più solide e diffuse di sempre.

Visione di lungo periodo, genialità e strategia, dunque, hanno condotto la compagnia a fatturare, al 2018, 136,81 miliardi di dollari con un utile netto pari a 30,73 miliardi, configurandosi, come accennato in precedenza, come l’azienda informatica più influente degli Stati Uniti ed una delle più importanti del pianeta. A detenere le maggiori quote del colosso, gestito con capitali privati, sono:

  • Kleiner Perkins
  • Sequoia Capital

Azioni Google Quotazione e prezzo in tempo reale

Comprare azioni Google: Modello di Business

A dare forme al business di Alphabet, è Google ed i servizi ad esso connessi.

Dal 2001, infatti, l’azienda ha acquisito oltre 160 realtà imprenditoriali in molteplici aree del mercato, con l’obiettivo di attuare una costante politica di espansione aziendale ed implementare sempre maggiori soluzioni al sistema Google. Oggi, dunque, l’azienda risulta essere presente con 70 uffici in 50 paesi, diffonde prodotti e contenuti in più di 100 lingue ed è costellata di servizi digitali quali:

  • Google Play Protect (antivirus)
  • Google One (cloud hosting)
  • Google Search (motore di ricerca)
  • Android (sistema operativo per cellulari e Tablet)
  • YouTube (video sharing)
  • Play Store (negozio virtuale di applicazioni)
  • Google+ (social network)
  • Chrome OS (sistema operativo)
  • Google Now (software di assistenza personale intelligente)
  • Assistente Google (assistente virtuale)
  • Google Drive (cloud computing)
  • Google Chrome (browser web)
  • Gmail (servizio di posta elettronica)
  • Google Traduttore (servizio di traduzione linguistica)
  • Google Maps (servizio di indicazioni stradali)
  • Google Earth (software che genera immagini satellitari della terra)
  • Google Street View (servizio che fornisce viste panoramiche lungo le strade)
  • Google Hangouts (software di messaggistica istantanea)
  • Google Duo (software per videochiamate)
  • Google Voice (servizio VOIP)
  • Google My Business (piattaforma per la promozione di attività d’impresa)
  • Google Ads (servizio offerto agli inserzionisti)
  • Google AdSense (servizio per la monetizzazione del proprio sito)
  • Android Accessibility Suite (servizio di accessibilità per utenti)
  • Google Foto (servizio di gestione foto e video)
  • Google Fit (piattaforma per il rilevamento di attività fisiche)
  • Google Pay (gateway di pagamento)
  • Google Cloud Print (servizio di stampa da dispositivi Android)
  • Google Meteo (servizio meteorologico)
  • Google Classroom (servizio per la valutazioni di attività scolastiche in digitale)
  • PageRank (sistema di valutazione di pagine web)
  • Blogger (piattaforma di blogging)
  • Google Image Search (motore di ricerca immagini)
  • Google News (servizio di indicizzazione fonti giornalistiche)
  • Google Keep (strumento annotazione)
  • Google Fiber (rete a fibra ottica con banda larga)
  • Google Analytics (servizio di gestione delle statistiche web)
  • Google Apps (cloud computing rivolto ad imprese)
  • Google Libri (ricerca bibliografica avanzata)
  • Google Shopping (comparatore di siti web per lo shopping)
  • Google Calendar (sistema di calendari)
  • Google Sites (servizio gratuito di creazione di domini di secondo livello)
  • ReCaptcha (servizio di anti-spam CAPTCHA)
  • Google Scholar (motore di ricerca accademico)
  • Google Trends (dati e argomenti di tendenza sul motore di ricerca)
  • Google Stadia (servizio di gaming)

Il modello di monetizzazione del circuito, dunque, risiede in principio nell’offerta di strumenti per la gestione delle campagne pubblicitarie e l’indicizzazione tra le ricerche, con un sempre crescente asset di interessi in molte aree dell’industria digitale: dai voli aerei agli hotel, dalla scuola al gaming, dai libri all’editoria, dal mobile ai servizi per le imprese.

Comprare azioni Google con eToro

Tra le modalità più efficaci con cui comprare azioni Google vi è sicuramente l’utilizzo della piattaforma globale eToro, che differisce dalle sue simili per semplicità, efficienza, semplicità d’uso e facilità di accesso alle operazioni.

comprare azioni google con etoro

Il calo delle azioni Google è una conseguenza particolarmente temuta, soprattutto dai suoi azionisti. Tuttavia, per un investitore che opera con intelligenza, tutto ciò non rappresenta assolutamente una minaccia bensì un’opportunità da cogliere grazie ai CFD (contratto per differenza).

Nello specifico: quando il prezzo delle azioni di Google scende, grazie ai CFD diventa possibile guadagnare sulle azioni Google.

Indipendentemente dalla rotta del mercato, infatti, attraverso i CFD possiamo operare verso il basso o verso l’alto, traendone ugualmente beneficio economico poiché ciò che conta è solo comprenderne i movimenti.

Tanto per essere più chiari: se le quotazioni delle azioni di Google scendono è il momento giusto per vendere i CFD, che andremo poi a riacquistare quando il loro prezzo sarà più basso.

Questo, ovviamente, ci permetterà di guadagnare sulla differenza.

Praticando il trading con i CFD, ci si presenta un ulteriore vantaggio, soprattutto nel comprare azioni Google. Il vantaggio è la leva finanziaria, la quale ti permette di operare anche non depositando l’intero importo dell’operazione ma solo una parte di esso. Ciò aumenta sensibilmente il tuo potere di lucrare sull’operazione.

Se poi vuoi provare a fare trading sulle azioni Google, eToro mette a tua disposizione un conto Demo che, senza alcun costo aggiuntivo, ti permette di metterti alla prova ed iniziare ad operare sui mercati con $ 50.000 virtuali.

Inizia ora a comprare azioni con eToro!

Comprare azioni Google: Dividendi

Come in ogni compagnia che si rispetti, specie tra quelle con un così variegato azionariato come quello di Google, è prevista una distribuzione dei dividendi tra gli azionisti. Come risaputo, infatti, gli utili saranno distribuiti a tutti coloro che detengono un pacchetto azionario della società, in funzione della loro partecipazione e del numero di quote possedute.

La distribuzione dei dividendi rappresenta la fase di monetizzazione per coloro i quali hanno investito con capitale proprio nell’impresa e si aspettano di saggiare un ritorno sull’investimento che sia funzionale all’andamento del titolo in borsa ed ai risultati operativi conseguiti dal gruppo.

In questo caso, come per molte aziende tech di questa portata, i dividendi non sono distribuiti come consuetudine tra gli azionisti ma reinvestiti nel progetto stesso nei canali aziendali più disparati: sviluppo, risorse umane, IT, ricerca, prodotto, marketing, logistica e tanto altro. Il tutto, chiaramente, finalizzato alla crescita dell’impresa ed al raggiungimento di profitti ancora maggiori.

Non è non poco frequente, infatti, che lo stesso Amministratore Delegato della compagnia (sopratutto se nell’industria tech) come anche i coloro che siedono nel suo Consiglio di Amministrazione, decida di accantonare i propri dividenti in vista di un futuro maggiore accrescimento dei profitti, investendo i propri proventi nelle aree più strategiche dell’impresa, quali quella commerciale, quella tecnologica e di sviluppo (unita a quella di ricerca ed innovazione), quella delle risorse umane da impiegare per il raggiungimento degli obiettivi e quella del marketing e delle vendite, implementando strategie di distribuzione e promozione sempre più efficaci al fine di accrescere vendite del prodotto e fatturato.

Comprare azioni Google: Concorrenti

Tra le fila di aziende che potrebbero rappresentare una concorrenza diretta al colosso Alphabet, vi sono sicuramente quelle attive nei suoi medesimi settori merceologici. Ad oggi, questi, risultano essere Booking.com ed Airbnb per le prenotazioni alberghiere, Expedia e SkyScanner per i voli aerei, Apple come contrapposta al sistema operativo Android, al servizio Play Store ed al motore di ricerca, Facebook, seppur indirettamente, per il suo circuito pubblicitario attivo nei social media e, non meno importanti, Bing (del colosso Microsoft) e Firefox nel panorama sei siti di web searching.

Tuttavia, seppur accostata a grandi ed imponenti realtà del comparto tech, Google si configura come il dominio web più cliccato al mondo e rappresenta, con la sua perenne attenzione al progresso, la realtà più solida e persistente del digitale. Caratterizzata da alte performance e dei risvolti molto positivi per chi decidesse di comprare azioni del motore di ricerca più famoso di sempre.

Comprare azioni Google: Previsioni

comprare azioni google previsioni

Come mostrato nell’infografica, il titolo Google risulta essere in costante crescita. Nonostante qualche occasionale calo delle azioni, infatti, ha presentato frequenti cenni di risalita, facendo riferimento al 14 agosto dello scorso 2019.

Nello specifico, riscontriamo un valore che in Apertura ammontava a ben 1.513,61 e che, scendendo, ha sfiorato il valore 1.502,24, toccando comunque un valore massimo di 1.519,78.

Il Target Price indicato risulta essere, ad oggi, pari a 1.505,33 USD con un andamento del titolo che ha visto qualche raro episodio di decrescita nel passato ma che, come riportato nei precedenti paragrafi, si muove in salita ed in netta crescita. Può, quindi, sicuramente rappresentare una opportunità di guadagno per gli investitori che operano con intelligenza e con visione di lungo termine.

Chi, come già indicato, acquista le azioni ad un prezzo basso, consegue un beneficio non poco importante in termini di guadagno e di potere economico sull’operazione, facendo dell’acquisto di azioni Google sicuramente un’operazione proficua.

comprare azioni google infografica

Conclusioni

In questo articolo abbiamo approfondito storia, dati e strategie che hanno fatto grande Alphabet, a società a capo di Google LLC. Abbiamo analizzato l’andamento del suo titolo in borsa e le migliori piattaforme su cui comprare azioni online, offrendo spunti e consigli utili su come iniziare a fare operazioni.

Abbiamo, inoltre, scandagliato i pochi passaggi necessari per iniziare a comprare azioni con eToro, la piattaforma globale che si distingue rapidità, semplicità e facilità di accesso alle operazioni online, con condizioni più che vantaggiose per chiunque decida di iniziare a comprare delle azioni.

Qui puoi iniziare a negoziare azioni con eToro!

Quando nasce Google?

Google LLC nasce il 4 settembre del 1998 per mano di Larry Page e Sergei Brin, con l’intento di dare vita ad un motore di ricerca che aggregasse i risultati contenenti più link.

Quanto fattura Google?

Al 2018, Google registra un fatturato pari a 136,81 miliardi di dollari ed un utile netto che ammonta a 30,73 miliardi.

Chi guida Google?

Alla guida di Google LLC c’è il suo Amministratore Delegato Sundar Pichai, il quale fa capo con la sua società alla holding Alphabet, che vede come top manager gli stessi Page e Brin.

Quali sono i concorrenti di Google?

A rappresentare una concorrenza per Google sono le imprese globali attive nelle sue medesime aree di interesse. Tra queste troviamo sicuramente Booking.com ed Airbnb per le prenotazioni alberghiere, Expedia e SkyScanner per i voli aerei, Apple come contrapposta al sistema operativo Android, al servizio Play Store ed al motore di ricerca, Facebook, seppur indirettamente, per il suo circuito pubblicitario attivo nei social media e, non meno importanti, Bing (del colosso Microsoft) e Firefox nel panorama sei siti di web searching.

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]