Investire in cannabis

Investire in cannabis: la guida completa 2021

In questo articolo ci proponiamo di offrire una guida completa al lettore su come investire in cannabis, un argomento salito alla ribalta negli ultimi mesi per via delle entusiasmanti performance del settore.

La Cannbis è stata rivalutata dalla medicina moderna per le sue qualità terapeutiche nel combattere dolore e malattie mortali come il cancro.

Di conseguenza, la vendita legale di questa pianta ha conosciuto un vero e proprio boom negli ultimi anni e si sta espandendo a ritmi impressionanti. Si stima che il valore totale del suo fatturato raggiungerà i $57 miliardi entro il 2027!

Le ultime notizie circa la vittoria di Biden fanno ben sperare sull’aumento della legalizzazione della cannabis negli Stati Uniti ed il conseguente aumento dei posti di lavoro!

Le azioni cannabis sono negoziabili sulle migliori piattaforme di trading online come Plus500ForexTB ed eToro. Vediamo subito tutto nel dettaglio.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    **Terms and Conditions apply. **75% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money
  • Broker:
    Deposito Minimo: 250 €
    Licenza: Cysec
    • Segnali SMS
    • Leva fino a 400 per trader professionisti
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Piattaforma professionale
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Perchè investire in cannabis?

I primi grandi Stati a rivalutare la Cannabis sotto il punto di vista medico sono stati Canada e Stati Uniti.

Dopo aver testato gli effetti con buoni risultati sia dal punto di vista medico che dell’indotto economico, anche altri Paesi (oltre ai Paesi Bassi) sono sono affacciati a questa opportunità.

In particolare, Gran Bretagna, Italia, Francia e Germania hanno avviato politiche volte alla graduale introduzione di questa sostanza nel commercio al dettaglio.

Come anticipato, il vero centro nevralgico della produzione di cannabis resta sicuramente il Canada, dove sono ormai anni che questa pianta è stata legalizzata per uso terapeutico. Tuttavia, a differenza degli altri paesi, il Canada sta aprendo alla possibilità di legalizzare la cannabis anche per scopo ricreativo.

Il ruolo dei Governi

Molti Governi hanno sempre visto nella Cannabis solo una pericolosa droga, in grado di sostenere feroci organizzazioni criminali. Adesso, hanno finalmente capito che può essere anche un’ottima fonte di introito fiscale e stanno agendo di conseguenza.

Stiamo comunque parlando di un settore ancora scoperto, con ampi margini per operare e di conseguenza per generare profitti. Infatti, i dati economici rilasciate dalle prime società che hanno investito in questo segmento di mercato sono davvero notevoli.

La motivazione, come anticipato, risiede nei cambiamenti legislativi che hanno letteralmente spianato la strada ad un mercato nuovo. Sono state sveglie le società che hanno investito per prime in questo settore. In un mercato quotato circa 5 miliardi di Dollari sono negli Stati Uniti, i margini per investire al rialzo ci sono tutti.

Come investire in Cannabis?

Il modo migliore per farlo, senza dubbio, consiste nell’investire nelle Start-up quotate operanti in questo settore.

Per farlo, sarà opportuno rispettare due fondamentali accorgimenti:

  • Scegliere una piattaforma adatta
  • Utilizzare lo strumento finanziario giusto

Nel primo caso l’importanza risiede nel fatto di operare solo con broker professionali e certificati. Soprattutto in mercati “nuovi”, affidarsi a veterani con anni di esperienza è un vantaggio notevole.

Il secondo caso prevede l’utilizzo di uno strumento finanziario idonea a generare profitti sul mercato in entrambi gli scenari. Stiamo parlando dei contratti CFD. Scopriamoli meglio.

Il vantaggio di operare con i CFD

Un investitore alle prime armi penserebbe quindi alla possibilità di acquistare i titoli di qualche multinazionale attiva nel campo della cannabis. Nessuno vieta di farlo, però non è l’alternativa migliore da seguire. Per quale motivo?

Perché le azioni sono asset notoriamente molto volatili. Acquistarle concretamente è possibile e legale, ma il rischio è quello di trovarsi con meno soldi rispetto a quelli messi in campo inizialmente.

Come ovviare a questo ostacolo? Ricorrendo ai Cfd (Contracts for Difference). Questi strumenti derivati consentono di operare senza bisogno di acquistare effettivamente lo strumento finanziario, ma speculando sulle sue variazioni di prezzo sia in crescita, sia in perdita.

In questo articolo informiamo il lettore sugli investimenti speculativi al fine di offrire una panoramica completa.

Per operare al meglio basterà entrare a mercato con una posizione Long se ipotizziamo un rialzo del titolo. Al contrario, entrare con una posizione Short se ipotizziamo un ribasso. I contratti CFD ci offrono la possibilità di guadagnare in entrambi i casi.

Inoltre, questi strumenti sono caratterizzati dalla presenza della leva finanziaria. Trattasi di un moltiplicatore che consente di esporsi con una somma più alta rispetto a quella del deposito iniziale.

Dove investire in cannabis?

Investire in cannabis equivale ad investire in materie prime, in quanto la canapa è inclusa tra le commodities.

Detto questo, specifichiamo che i Broker migliori, senza dubbio, sono quelli in possesso di licenze e autorizzazione.

Tali licenze sono infatti una garanzia per quanto riguarda la tutela da truffe e da furti di dati.

Vediamo adesso quali sono le migliori piattaforme trading online per fare trading sulla canapa.

Plus500

Si tratta di una piattaforma affidabile e sicura, leader a livello europeo, e quotata sul listino principale della Borsa di Londra.

Plus500 offre la possibilità di comprare o vendere, attraverso Cfd, azioni di aziende legate alla Cannabis legale. Il settore della Cannabis legale, infatti, può presentare elevati livelli di volatilità ed è quindi opportuno cogliere tutte le opportunità di profitto, non solo quelle offerte dai mercati in salita.

In effetti Plus500 è una piattaforma professionale particolarmente intuitiva da usare. E’ completamente gratuita e non applica alcun tipo di commissione.

Con Plus500 si può investire su materie prime, valute, criptovalute, indici, ETF. Insomma, Plus500 è una soluzione completa e affidabile per investire su tutti i principali mercati finanziari.

E’ possibile utilizzare Plus500 in modalità demo, cioè con denaro virtuale, in modo da prendere confidenza con la piattaforma senza rischiare assolutamente nulla. La demo è assolutamente illimitata, senza vincoli o costi.

Puoi iscriverti gratis su Plus500 cliccando qui.

ForexTB

Il broker ForexTB è una piattaforma sicura e affidabile, molto intuitiva e quindi accessibile anche ai principianti più assoluti.

Tra i principali vantaggi, l’assistenza continua e di qualità da parte di un Account Manager. Trattasi di un servizio gratuito mediante il quale riceveremo consigli e suggerimenti per operare al meglio sui mercati.

Chi vuole scoprire tutti i segreti degli investimenti online più profittevoli, può scaricare gratuitamente un ebook completo che spiega l’argomento veramente nel dettaglio. Questo ebook è particolarmente apprezzato dai principianti perché non usa termini tecnici e quindi è accessibile veramente a tutti.

L’ebook è completamente gratuito e può essere scaricato cliccando qui.

Detto questo, vediamo un’altra caratteristica molto importante di ForexTB, ossia la possibilità di iniziare a investire con un deposito iniziale di soli 100 euro. Una cifra alla portata di tutti, che permette di iniziare ad operare per davvero con un rischio limitato.

Clicca qui per fare trading con ForexTB.

eToro

eToro è in assoluto una delle migliori piattaforme di trading!

Quello che dovete fare per investire in cannabis su eToro è:

  1. Registrarvi gratuitamente
  2. Scaricare la Demo gratuita per esercitarvi
  3. Depositare l’importo minimo di 200 euro per iniziare ad investire (non è obbligatorio, potete anche solo provare la Demo gratuita)
  4. Copiare gli investitori migliori con un solo click ed in base al proprio budget

La piattaforma è molto facile da usare!

Inoltre non pagherete nessun costo fisso e avrete assistenza qualificata 24/7.

Clicca qui per registrarti gratis ad eToro

Migliori azioni cannabis

Ecco le 6 migliori azioni cannabis su cui investire!

Aphria Inc.

Azienda canadese, quotata alla borsa di Toronto, è negoziata con il simbolo APH. Nel mercato Statunitense viene scambiata OTC. La sua capitalizzazione è di circa tre miliardi di dollari, con grandi margini di crescita.

Il suo nome, in celtico, indica “piacevole”, “gradevole”. Negli ultimi mesi è stata protagonista di una intensa opera di acquisizioni per un totale di 200 milioni di dollari, al fine di espandere ancora di più il suo marchio ed il suo business.

Clicca qui per fare trading sulle azioni di Aphria.

Aurora Cannabis

Altra società canadese, ha la sede nella città di Edmonton. Quotata nella borsa di Toronto con il codice ACB, è presente in 18 nazioni sparse in tutto il mondo. Già colosso del settore, dispone di 8 impianti per la produzione e ben 5 differenti licenze di vendita.

Grazie a questi numeri record, Aurora è in grado di produrre 500.000kg di cannabis ogni anno. A livello di capitalizzazione di mercato è la società più grande del settore e dal 23 Ottobre del 2018 è quotata al Nyse.

Clicca qui per fare trading sulle azioni di Aurora Cannabis.

Canopy Growth

Conosciuta in passato come Tweed Marijuana Inc, ha recentemente cambiato il suo nome in Canopy Growth.

La sua fondazione risiede nel 2014 per mano di Bruce Linton. La sede centrale è in Ontoario, Fall Smith. Prima di essere scalzata da Aurora cannabis, era la società più capitalizzata al mondo del settore. Resta comunque una società Leader e vanta il primato di essersi quotata in Borsa per prima rispetto alle sue concorrenti.

Clicca qui per fare trading sulle azioni di Canopy growth.

GW Pharmaceuticals

Questa azienda ha radici più lontane, infatti nasce nel 1998 per mano di Geoffrey Guy e Brian Whittle. Dopo aver ottenuto la licenza di coltivazione nel Regno Unito, hanno avviato la loro attività espandendo presto il Business con ricerche ed analisi proprio sulla cannabis.

A differenza delle altre aziende descritte, il suo business è maggiormente incentrato nel campo farmaceutico. Infatti sono dotati del brevetto per effettuare test ed analisi in questo settore e di recente stanno conducendo ricerche per curare alcune malattie proprio grazie alle proprietà della cannabis.

Clicca qui per fare trading sulle azioni di GW Pharmaceuticals.

Insys Therapeutics

Altra società attiva nel campo farmaceutico, Insys Therapeutics è quotata al Nasdaq. Fondata nel 1990 ha sempre avuto un andamento molto positivo tanto da essere stata inclusa anche nella lista di società a maggior tasso di crescita nel 2016.

Il core business aziendale è legato alla produzione di Syndros, ovvero un THC sintetico. Questo farmaco sperimentale viene utilizzato per curare casi di anoressia o per limitare gli effetti collaterali dei farmaci per la cura del cancro.

Clicca qui per fare trading sulle azioni di Insys Therapeutics.

Tilray

Una delle start-up più attive in questo settore, Tilray nasce nel 2013 e dopo poco tempo era già quotata al Nasdaq. Chiaro segnale del potenziale di questa società e della crescita impetuosa avuta negli ultimi anni.

La sua sede è in Canada ed il suo business è ramificato in vari settori, tra cui: coltivazione. lavorazione e distribuzione di cannabis. Insomma, il ciclo produttivo completo. Sono in molti tra gli analisti di Wall Street a ritenere Tirlay l’azienda più affidabile del settore.

Clicca qui per fare trading sulle azioni di Insys Therapeutics.

Conclusioni

Come è chiaro da queste righe, investire in cannabis può essere un’opportunità molto interessante.

Sono diverse le società che stanno emergendo in un quadro normativo, almeno negli States, sempre più chiaro e definito.

Ovviamente è bene farlo senza improvvisarsi e prendersi il giusto tempo per impratichirsi con le caratteristiche di piattaforme come ForexTB, Plus500 ed eToro, ideali per investire in maniera sicura.

Come investire in cannabis?

Investire in cannabis è possibile negoziando i titoli delle principali aziende cannabis sulle piattaforme di trading, come eToro, attraverso i CFD.

Quali sono le migliori azioni cannabis?

Le migliori azioni cannabis sono le seguenti: Aphria Inc., Aurora Cannabis, Canopy Growth, GW Pharmaceuticals, Insys Therapeutics e Tilray.

 

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]