Diamante grezzo e la sua purezza

Investire in diamanti: guida completa 2021

Investire in diamanti è un ottimo modo per preservare i propri capitali nei periodi di crisi, o nei periodi in cui cresce il livello di rischio dei mercati. Non a caso, infatti, materie prime come diamanti o oro sono considerate “beni rifugio”.

La caratteristica peculiare di queste commodities è la capacità di garantire un valore alto e costante nel tempo. Questo perché si tratta di beni fisici, reali, rari o addirittura rarissimi e di difficile estrazione e lavorazione. Già queste caratteristiche bastano a rendere altissimo il loro valore, senza contare gli innumerevoli usi industriali e soprattutto la limitata disponibilità in natura. 

💎Investire in diamanti
🤔Come fareAcquistando fisicamente diamanti o facendo trading di CFD
🎯 Dove investirePresso rivenditori autorizzati o su eToro
🔴 Livello di rischioBasso
💰 Investimento minimoSu eToro basta un deposito minimo di 50 €

In questa guida ti spiegheremo tutti gli aspetti positivi e negativi di questo tipo di investimento, le modalità in cui è possibile investire in diamanti e le piattaforme migliori per farlo come il broker eToro.

Clicca qui per iscriverti a eToro

Pro e contro dell’investire in diamanti

Come abbiamo anticipato in apertura, il valore dei diamanti tende ad aumentare in maniera costante, per cui sono considerati beni rifugio, da utilizzare per mettere al sicuro il proprio capitale.

Ma questo non è l’unico vantaggio dell’investimento in diamanti. Gli altri principali vantaggi  sono:

  • I diamanti non sono beni deteriorabili. Si tratta, infatti, del materiale più duro presente sulla terra e non ha bisogno di manutenzione (dunque sotto questo punto di vista non richiede alcuna spesa).
  • I governi e la politica non hanno influenza sulla definizione del valore di questo bene. Dunque nei periodi di forte instabilità in cui il valore di altri investimenti può subire dei crolli o dei picchi inaspettati, il diamante mantiene un valore costante.
  • I diamanti non subiscono l’inflazione. Dunque, a differenza di altre materie prime come l’oro e l’argento, i diamanti non possono subire dei crolli di valore improvvisi.
  • I diamanti sono un bene fisico e tangibile (si possono conservare in una cassetta di sicurezza o in casa, ma anche indossarli), il che dà un senso di “sicurezza” e il loro valore estetico è indiscutibile.

Come tutti gli investimenti, però, anche quello in diamanti non è completamente esente da rischi e aspetti negativi.

  • Il valore economico di un diamante è di difficile interpretazione. Il valore dei diamanti è definito dal listino Rapaport che determina i prezzi in base agli andamenti delle quote di mercato e tenendo conto del rapporto tra domanda e offerta. Questo listino però rappresenta più che altro un’indicazione, poiché ogni pietra va valutata singolarmente in base a molteplici fattori come il colore, la purezza, il peso, la caratura e il taglio. Dunque è necessario essere dei conoscitori di pietre preziose per poter essere sicuri di ottenere un giusto prezzo.
  • C’è un alto rischio di essere raggirati. Proprio per il fatto che ogni pietra deve essere valutata singolarmente, se non si conosce a fondo la materia è facile cadere in truffe e raggiri. Si può anche incappare addirittura in diamanti falsi o diamanti sintetici venduti come naturali, con false certificazioni.
  • È difficile vendere diamanti. Per vendere diamanti ci si può rivolgere ai rivenditori che però tendono ad abbassare la valutazione per avere un margine di guadagno più ampio. Certo, per evitare di svendere le proprie pietre preziose ci si può rivolgere anche a privati e collezionisti, ma si tratta di un mercato di nicchia che bisogna conoscere bene per poterci entrare e fare affari.

Come investire in diamanti

Come abbiamo visto, il primo metodo per investire in diamanti è acquistarli fisicamente e conservarli per un lungo periodo aspettando che il loro valore aumenti. Per fare questo tipo di investimento però devi avere consistenti capitali e una conoscenza profonda e accurata delle pietre preziose e di questo mercato (anche per aumentare le tue possibilità di vendita ad un buon prezzo).

Per chi fosse rimasto affascinato da questo mondo ma non avesse i capitali e le competenze necessarie per entrarci, esistono anche altre modalità di investimento. Stiamo parlando del trading tramite i CFD, ossia i Contratti per Differenza.

Si tratta di strumenti finanziari derivati che permettono di scommettere sulla variazione di prezzo di un asset sottostante.

Per i diamanti non esistono CFD diretti, così come esistono per l’oro o per il platino. È però possibile fare trading di CFD relativi a società che trattano questo prezioso prodotto, occupandosi dell’estrazione, della lavorazione del grezzo e della rivendita a terzi.

Oppure si può investire su  un ETF che tiene traccia delle maggiori aziende di diamanti e gemme. Si tratta di GEMS di FactorShares  che investe in una selezione di aziende che producono e vendono diamanti.

La differenza tra investire direttamente nelle azioni delle aziende che si occupano di diamanti e investire in ETF è che nell’ultimo caso si tratta di un investimento meno rischioso data la sua diversificazione.

Sia che si scelga di investire in azioni di aziende, sia che si decida di investire in ETF, il modo migliore per farlo è tramite il broker online eToro.

Questo broker sicuro e certificato consente di fare trading su questi asset in due modi:

  • Acquisto effettivo
  • Trading di CFD

I vantaggi principali di eToro, oltre alla sicurezza e all’affidabilità, sono:

  •  facilità di utilizzo
  • possibilità di investire partendo da soli 50
  • assenza di spese di commissione o costi fissi

Clicca qui per investire in diamanti con eToro

INVESTIRE IN DIAMANTI

Come evitare le truffe?

Se decidi di investire in diamanti acquistandoli direttamente, il primo passo per evitare le truffe è studiare il settore e le pietre preziose. Parti dalle basi studiando le quattro C: Cut, Clarity, Color e Carat weight , ovvero Taglio, Purezza, Colore e Peso in carati.

Inoltre rivolgiti a rivenditori ed istituti finanziari che vendono diamanti finanziari, cioè delle pietre con certificati rilasciati da istituti gemmologici italiani ed internazionali come:

  • IGI– Istituto Gemmologico Italiano
  • IGI Anversa– Istituto Internazionale Gemmologico
  • GIA– Istituto gemmologico Americano

Se invece decidi di investire in azioni di aziende che si occupano di estrazione e vendita di diamanti o di investire in ETF, per non incappare in truffe è necessario rivolgersi a broker online sicuri e affidabili.

Quando scegli un broker online assicurati che:

  • Abbia certificazioni CySEC o CONSOB
  • Non presenti costi fissi
  • Richieda un deposito minimo basso (dai 50 ai 250 €)
  • Abbia un’interfaccia intuitiva e facile da usare
  • Offra la possibilità di attivare un Conto Demo
  • Offra assistenza in italiano

Noi continuiamo a raccomandare eToro  il quale, oltre alle caratteristiche appena elencate, presenta anche altri vantaggi come il materiale formativo gratuito che mette a disposizione degli utenti e la funzione di Copy Trading.

Proprio quest’ultima funzione lo distingue in maniera particolare dagli altri broker online, poiché dà l’opportunità agli utenti di investire copiando in maniera automatica le mosse dei Popular Investors, ossia degli investitori più performanti presenti sulla piattaforma.

Scopri il Copy Trading di eToro

Investire in diamanti conviene?

L’investimento in diamanti è un’operazione affascinante che porta con sé numerosi vantaggi. Primo tra tutti la bassa volatilità del valore di queste pietre preziose che consente di considerarle dei beni rifugio utili per mettere al sicuro il proprio capitale.

Nel caso in cui non si possedessero però grossi capitali o grossa esperienza nel mondo delle pietre preziose, potrebbe riuscire difficile approcciarsi all’acquisto diretto di questo bene. Ragion per cui un’alternativa per entrare in questo mondo potrebbe essere investire in azioni di aziende che estraggono e vendono diamanti o in ETF del settore.

Qualsiasi delle modalità si scelga, comunque, non si è mai esenti da rischi. L’unico modo per ridurli al minimo possibile è formarsi, studiare e seguire i nostri consigli su come evitare le truffe più frequenti.

In questo modo, quello in diamanti, può diventare un investimento conveniente con buone prospettive di profitto.

Conclusioni

Nel corso dell’articolo abbiamo visto quali sono i vantaggi ma anche gli svantaggi dell’investimento in diamanti.

Abbiamo analizzato le possibili modalità di investimento e i luoghi in cui investire. Dall’acquisto fisico di diamanti presso rivenditori e istituti finanziari, al trading di CFD tramite il broker eToro, abbiamo sviscerato i pro e i contro di ciascuna modalità e i modi migliori per trarre il massimo dall’investimento.

Infine abbiamo fatto un ripasso delle buone pratiche da seguire per evitare di finire in truffe e raggiri.

In conclusione possiamo dire che quello dei diamanti è un mondo davvero affascinante al quale però bisogna approcciarsi informati e preparati. Solo in questo modo è possibile ridurre al minimo possibile i rischi e trarre beneficio dai tuoi investimenti.

Clicca qui per iniziare ad investire tramite eToro

FAQ

Investire in diamanti conviene?

Investire in diamanti conviene se si vuole fare un investimento sul lungo periodo per mettere al sicuro il proprio capitale. Per trarre il massimo da questo investimento però è necessario conoscere bene il settore ed essere in grado di evitare raggiri e truffe.

Meglio investire in oro o in diamanti?

In entrambi i casi si tratta di “beni rifugio” ed entrambi presentano pregi e difetti. Ad esempio l’oro è soggetto all’inflazione a differenza dei diamanti. È anche vero però che l’oro è più facile da liquidare rispetto alle pietre preziose ed è più facile determinare il suo prezzo. In generale prima di decidere in quale dei due investire dovresti considerare quali sono le tue esigenze e la tua strategia di investimenti.

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]