etoro demo

eToro è una truffa? Tutti i retroscena del broker online più utilizzato in Italia

eToro è una truffa? Oppure è davvero possibile guadagnare grazie al metodo del social trading? Sembra troppo bello per essere vero, eppure i traders che hanno già provato il broker online ne sono più che convinti: su eToro si può cominciare a fare trading, e realizzare anche dei profitti interessanti, semplicemente copiando le mosse dei più bravi.

eToro è una truffa oppure no?

Prima di vedere se le loro parole corrispondono alla verità, iniziamo con il rispondere alla domanda più importante: la piattaforma di eToro, clicca qua per saperne di più è affidabile? Per scoprirlo, diamo un’occhiata più da vicino al sito del broker.

eToro non è una truffa: il sito è garantito sia dalla CySec sia dalla FCA

E qui abbiamo già una prima certezza che farà naufragare anche i dubbi dei più scettici: eToro è in possesso non di una, ma di ben due certificazioni, rilasciate dalla CySec e dalla FCA, che lo autorizzano ad operare sia nell’eurozona sia nel Regno Unito.

Per chi non lo sapesse, la CySec (Cyprus Securities Exchange Commission) è una società di vigilanza con sede a Cipro che si occupa di controllare e di supervisionare l’operato dei suoi affiliati, di rilasciare licenze ai broker legali che ne fanno richiesta e, non da ultimo, di sanzionare i consulenti e le piattaforme di brokeraggio che non rispettano le leggi vigenti in materia finanziaria.

Per quanto riguarda la FCA (Financial Conduct Authority), si tratta di un ente che ha tre obiettivi: proteggere i consumatori dalle frodi, difendere e incoraggiare la legalità su tutto il sistema finanziario attivo in Inghilterra e promuovere una sana competizione tra tutti i servizi finanziari e che non vada a ledere l’interesse degli utenti.

Arrivato a questo punto, sicuramente avrai capito che queste due società, oltre ad avere a cuore l’interesse dei traders, fanno dei controlli molto rigorosi sui loro iscritti. E non solo: chi sgarra, o cerca di imbrogliare gli utenti, viene punito con sanzioni molto severe.

Pertanto, se eToro ha ricevuto il permesso di offrire i suoi servizi sia nell’eurozona sia in Inghilterra da parte della CySec e della FCA, significa soltanto una cosa: il broker non truffa i suoi utenti e si attiene in modo scrupoloso alle disposizioni dei due enti.

Chiusa questa parentesi, passiamo ora a vedere un altro indizio che ci fa capire quanto sia affidabile questo broker: le avvertenze del rischio.

eToro: avvertenze del rischio ben in evidenza

Molti traders, soprattutto quelli alle prime armi, sottovalutano questo dettaglio: la presenza delle avvertenze dei rischi che possono incontrare durante le loro operazioni di trading sul sito del broker.

Nel caso di eToro questi rischi sono messi in evidenza sulla homepage del sito, dove possiamo leggere che il trading in CFD (Contratti per Differenza) riguardante le criptovalute, come anche le materie prime, gli indici e altre variabili, può portare anche alla perdita di tutto il capitale investito.

Inoltre il broker, oltre ad avvisare che il trading in CFD è difficile da capire ed è idoneo soltanto agli investitori professionisti, suggerisce ai traders meno esperti di farsi seguire da un consulente finanziario autorizzato e di investire soltanto il denaro che possono permettersi di perdere.

Se eToro fosse stato un broker interessato solamente a mettere le mani sugli investimenti dei propri utenti, non solo non avrebbe ricevuto l’autorizzazione ad operare dalla CySec e dalla FCA, ma non avrebbe elencato i rischi del trading né tanto meno avrebbe dato questi consigli molto utili.

eToro: prelievi sicuri e a prova di bomba

Il prelievo, insieme al processo di verifica del conto utente, è uno dei momenti più critici per un trader che decide di iscriversi su una piattaforma di brokeraggio: può capitare che, nonostante continui a cliccare su preleva e a scrivere al servizio di supporto, non riceva i suoi guadagni.

Di solito questo avviene quando il broker non autorizza il prelievo e, anzi, oltre al deposito si tiene anche i guadagni che sono stati generati dal trader!

Cosa possiamo dire in merito? A meno che il sistema non abbia qualche malfunzionamento di rilievo (un fatto peraltro poco plausibile), nella maggior parte dei casi si tratta di una delle truffe più subdole fatte a danno dei traders.

Per quanto concerne invece eToro l’utente può dormire sonni tranquilli, perché finora non si sono mai verificati casi di prelievi che sono stati bloccati o rifiutati. In più il broker, e questo è un altro fatto che ci spiega perché è diventato così popolare in Italia, permette di prelevare in qualsiasi momento, senza vincoli e senza blocchi.

L’unico “aspetto negativo” è che sulla piattaforma si può prelevare al massimo l’importo del saldo dell’account utente, meno l’importo di margine usato.

A parte questo, prelevare da eToro è molto semplice: per farlo, si può usare lo stesso metodo di pagamento che si è utilizzato per eseguire il deposito (carta di credito, PayPal oppure bonifico bancario).

Per quanto riguarda i tempi di attesa, si va dai 1-2 giorni lavorativi di PayPal, Skrill, Neteller, Web Money e China Union Pay fino ad arrivare agli 8 giorni per le carte di credito/debito e per il bonifico bancario.

eToro, clicca qua per saperne di più

eToro: opinioni, cosa ne pensano gli utenti dei servizi offerti dal broker?

Infine, per farti capire ancora di più perché eToro non è una truffa, ti riveliamo quali sono le opinioni generali sul broker: la maggior parte dei traders che hanno usato la piattaforma, oltre che la sua trasparenza, ne apprezza anche la facilità d’uso.

etoro opinioni

Inoltre ai traders meno esperti o che devono ancora trovare la loro strategia, eToro propone una ricca scelta di corsi interattivi, grazie ai quali non solo impareranno ad analizzare le oscillazioni del mercato globale, ma anche come gestire il proprio capitale al meglio, quali sono le tipologie di ordini che si possono effettuare sulla piattaforma, l’analisi base e avanzata del mercato e così via.

eToro però offre anche numerosi vantaggi agli investitori esperti: entrando a far parte del programma Popular Investor, possono  guadagnare una commissione del 2% (oltre ai profitti generati con il trading) e godere anche di una riduzione dello spread del 100%.

 

Clicca qui per aprire oggi un conto di trading gratuito >>