dax

Indice DAX 30: Cos’è, come investire e previsioni complete

La Germania è la più grande economia europea e la sede dell’indice più liquido d’Europa: il DAX. Il DAX è un indice che è stato istituito a partire dal 1988 e rappresenta i 30 titoli più liquidi scambiati alla Borsa di Francoforte, compresi marchi noti come BMW, Deutsche Bank e Adidas.

Le società incluse nel DAX vengono selezionate in base alla loro dimensione: le aziende all’interno dell’indice sono le 25 più importanti in termini di capitalizzazione di mercato. Vengono rimosse se scendono al di sotto delle 45 maggiori aziende. Il valore dell’indice stesso viene calcolato utilizzando volumi e prezzi che derivano da uno scambio elettronico chiamato sistema di trading Xetra.

Il DAX è anche uno degli indici più popolari al mondo da scambiare, insieme a S&P 500, FTSE e NASDAQ.

Come qualsiasi altro indice di Borsa, non è possibile investire nel DAX direttamente ma è possibile farlo sulle aziende da esso contenute. Le piattaforme che abbiamo deciso di mostrarti sono eToro e 24option, due broker che negli ultimi anni hanno dominato il settore del trading online.

Sei curioso di conoscere i loro vantaggi? Continua a leggere il nostro articolo.

Come tradare il DAX: I CFD

Poiché è impossibile investire direttamente in un indice azionario, gli investitori possono utilizzare strumenti finanziari come contratti per differenza (CFD), futures e fondi negoziati in borsa (ETF).

Un CFD è un derivato finanziario che traccia i movimenti di uno strumento sottostante. In altre parole, è un contratto che consente agli operatori di trarre profitto dai movimenti di prezzo di un’attività finanziaria, senza la necessità di possederla.

I CFD sono disponibili su una vasta gamma di attività, tra cui Forex, azioni, criptovalute, materie prime, obbligazioni e, naturalmente, indici e monitorano direttamente il valore di ciascuna di queste attività. In definitiva, ciò consente agli operatori di speculare su potenziali variazioni di prezzo senza dover acquistare fisicamente un bene e venderlo successivamente quando il prezzo cambia.

Sia su eToro che su [broker_link broker=”24option” anchor=”24option” landing=”signup”] è possibile fare trading utilizzando i CFD. Ma qual è la piattaforma più adatta alle tue esigenze?

Investire in DAX con eToro

eToro è una delle migliori soluzioni per chi vuole iniziare a fare trading in sicurezza e con strumenti affidabili. Quali sono i suoi principali vantaggi?

  • Conto demo: con il conto demo di eToro ogni utente ha a disposizione fino a 100.000 dollari virtuali che può investire per imparare a fare trading e conoscere al meglio le funzioni della piattaforma. l’account di prova è utile non solo per i trader alle prime armi, ma anche per gli utenti navigati che vogliono sperimentare delle nuove strategie di investimento senza rischiare il proprio denaro.
  • Copy Trading: con il Copy Trading hai la possibilità di replicare il portafoglio di investimenti dei trader di maggiore successo e iniziare anche tu a guadagnare fin da subito. Ti consigliamo di visitare la sezione “Investitori Popolari” e iniziare con lo scegliere i trader con un tasso di rischio basso e con una percentuale di profitto elevata. Siamo sicuri che nel lungo periodo inizierai anche tua conoscere il profitto con il trading online.
  • Formazione: sebbene la pratica sia un fattore fondamentale per il buon trading, studiare e comprendere i mercati finanziari è altrettanto importante. Con eToro hai a disposizione risorse gratuite in grado di insegnarti le basi del trading online e diventare in poco tempo un trader più consapevole e di successo. Forse anche tu potrai essere inserito tra gli “Investitori Popolari” e guadagnare non solo con il trading ma con il numero di copiatori.

Inizia a fare trading con eToro. Accedi gratis alla piattaforma.

Scegliere i vantaggi di 24option 

Hai una seconda alternativa a tua disposizione: 24option. Il broker non è secondo a eToro per prestazioni e sicurezza, ma presenta delle funzioni differenti e altrettanto interessanti:

  • Conto demo: anche su 24option potrai sfruttare l’account di prova per allenarti ed entrare nel mondo del trading online in punta di piedi. A differenza di eToro, 24option offre fino a 40.000 $ virtuali che non possono essere ricaricati. Proprio come gli investimenti reali, una volta che hai perso questo denaro non avrai più modo di investirlo. Pensi che sia un punto negativo? Sbagli! Così facendo avrai un maggior tasso di coinvolgimento emotivo e sarai più preparato quando farai trading sul serio.
  • Segnali di trading: i segnali di trading sono degli avvisi che vengono inviati a tutti gli utenti della piattaforma riguardo a investimenti potenzialmente profittevoli. Sono completamente gratuiti e variano in base al tasso di rischio. I segnali verdi indicano degli investimenti poco rischiosi; i segnali rossi e gialli riguardano investimenti ad alto e medio rischio. Sta a te cogliere i giusti segnali e iniziare a guadagnare con il trading online.
  • Ebook gratuito: praticamente un corso di trading online gratuito. L’ebook di 24option è una delle risorse fondamentali per ogni trader di qualsiasi esperienza. Una risorsa preziosa per imparare a fare trading e altrettanto importante per tenere a mente concetti fondamentali anche se sei più esperto. Un’occasione da non perdere per imparare a fare trading online completamente gratis.

Iscriviti gratis a 24option. Clicca qui e accedi ai vantaggi della piattaforma.

Strategia DAX 30

Hai mai sentito parlare di strategie per investire in DAX? Esiste una gamma di potenziali metodi per il trading di CFD sul DAX. Eccone qualcuna:

Compra e mantieni: apri semplicemente un trade lungo o “compra” sul CFD DAX e mantieni il trade aperto fino a quando il prezzo del DAX non aumenta. Una volta che il prezzo sale, puoi chiudere il trade per un profitto.

Trading a breve termine: il trading a breve termine può variare dal trading infragiornaliero, dove le negoziazioni potrebbero durare alcuni giorni, allo scalping, dove le negoziazioni si aprono e si chiudono in pochi minuti. In entrambi i casi, l’obiettivo è di trarre profitto dalla volatilità dei prezzi a breve termine, e questa strategia prevede la realizzazione di numerosi scambi a breve termine anziché uno a lungo termine.

Copertura: una strategia di copertura prevede la protezione del portafoglio mantenendo posizioni opposte. Ad esempio, potresti vendere un CFD DAX a fronte di una lunga negoziazione su un paniere di azioni correlate. In questo modo, quando il prezzo del DAX aumenta, le azioni scenderanno e viceversa, mantenendo neutrale la posizione complessiva. Questa può essere una strategia utile quando si cerca di proteggere il proprio portafoglio in periodi incerti o instabili.

I CFD sul DAX sono uno strumento eccellente per il trading a breve termine. Sia che tu stia negoziando un giorno o mantenga una posizione per un paio di settimane, poiché CFD ti consente di allocare quantità limitate di capitale e sperimentare rendimenti affidabili.

DAX 30: La storia

Il 1° luglio 1988, l’indice azionario tedesco DAX è andato online per la prima volta con un valore di 1.163,52 punti. Nel gennaio di quest’anno, il barometro del mercato azionario ha raggiunto un picco di oltre 13.500 punti, anche se da allora è sceso di nuovo nelle ultime settimane.

Creato da Frank Mella, redattore di un documento finanziario, l’idea era quella di avere un indice di Borsa per il centro finanziario della Germania. Fino ad allora c’erano stati diversi altri indici, come l’indice FAZ, che rappresentava 100 società.

Ma un indice azionario standard è stato un passo molto importante e dalla sua implementazione i confronti internazionali sono diventati più facili. Ha inoltre aiutato il grande pubblico a diventare più consapevole delle azioni e della posizione della Germania nel mondo. Oggi i rapporti sugli alti e bassi del DAX sono una parte importante dei programmi di notizie televisive.

Sebbene ci siano stati alcuni cambiamenti nella composizione effettiva del DAX negli ultimi 30 anni, ha sempre contenuto le 30 maggiori società quotate in Germania in termini di fatturato e capitalizzazione di mercato.

L’elenco viene controllato quattro volte all’anno e, se necessario, vengono apportati adeguamenti: la Dresdner Bank è stata rilevata da Commerzbank, Mannesmann è stata rilevata da Vodafone e quindi suddivisa.

Il DAX dovrebbe rispecchiare la grande economia tedesca. Ma a questo proposito l’indice sembra essere insufficiente in quanto l’ingegneria meccanica e l’industria delle costruzioni sono rappresentate in maniera inadeguata. Ecco perché si pensa ad un’espansione del DAX fino ad arrivare a 50 aziende.

Inizialmente il DAX era modellato sull’indice Dow Jones che aveva solo 30 società. Ma Francoforte non è New York. Una grande parte dell’economia tedesca è costituita da medie imprese a conduzione familiare.

Poiché molte società tedesche non sono elencate, il DAX non rifletterà mai completamente l’economia tedesca, ma con 50 aziende l’economia sarebbe meglio rappresentata. L’ingegneria rappresenterebbe una quota che va dal 3% al 4% dell’indice invece di poco meno del 2% oggi.

In uno studio Schiereck ha esaminato i vantaggi e gli svantaggi dell’indice DAX e ha concluso che molti investitori istituzionali non vedono la necessità di espandere le 30 società già presenti.

Conviene investire in DAX? 

Per gli investitori tedeschi, probabilmente non esiste un gruppo di titoli più noto del DAX 30.

Gli investitori tedeschi conoscono il DAX 30 perché sono le più grandi e, in molti casi, le migliori aziende che la Germania ha da offrire. I consumatori, nel frattempo, li conoscono per ragioni molto simili. Sia che tu stia pensando a un’auto di lusso della BMW, ad un nuovo paio di scarpe da corsa Adidas o facendo un po’ di banking online con Commerzbank, puoi trovare molte delle aziende con cui interagisci quotidianamente in DAX 30.

Quando si tratta di investire, il percorso più semplice per ottenere buoni risultati a lungo termine è acquistare un fondo indicizzato. Un fondo indicizzato è un fondo azionario che possiede tutte le azioni di un indice importante come l’S&P 500 degli Stati Uniti, il Nikkei 225 del Giappone o il DAX 30 della Germania.

I fondi indicizzati sono ottimi per gli investitori per due motivi principali. Innanzitutto, non devi preoccuparti di scegliere quali singoli titoli vuoi acquistare. Quindi nel caso del DAX, piuttosto che decidere tra il possesso di Deutsche Bank e K+S AG, li possederai entrambi, insieme agli altri 28 titoli del DAX 30.

L’altro vantaggio è che i fondi indicizzati tendono ad essere a basso costo. I fondi “gestiti passivamente” come i fondi indicizzati non devono assumere analisti ben pagati, quindi sono in grado di mantenere le commissioni molto più basse.

Se sei una persona che vuole ottenere i grandi benefici che derivano dall’investire in azioni a lungo termine, ma non vuoi fare il lavoro che comporta l’acquisto di singoli titoli, acquistare un fondo indicizzato come il DAX 30 può essere un’ottima opzione.

È ancora meglio se abbini il tuo fondo indice DAX con altri fondi indicizzati per garatirti la diversificazione in società più piccole e in altri paesi.

DAX 30: Le previsioni

L’indice di riferimento tedesco, il DAX-30, è stato ben lungi dall’essere l’unico mercato azionario a subire il suo anno peggiore nel 2018. Ma il suo calo del 18% è stato peggiore di quello della maggior parte degli altri mercati principali; lo scorso anno il FTSE 100 ha perso circa il 12,5%.

Il PIL è cresciuto solo dell’1,5% l’anno scorso, il suo tasso più lento in cinque anni. L’economia si è ridotta nel terzo trimestre e le ultime indagini suggeriscono che a malapena è riuscita ad espandersi nel quarto. La produzione industriale ha mostrato un calo dell’1,9% a novembre, anziché l’aumento previsto dello 0,3%.

La chiave per le prestazioni del DAX, tuttavia, è la visione del mondo. Il DAX è più ciclico della maggior parte degli altri principali indici e uno dei più orientati a livello globale. Oltre l’80% delle vendite delle società incluse in DAX è realizzato oltre i confini della Germania. Ciò rende l’indice un gioco fortemente orientato alla crescita globale.

La Cina sta rallentando e il commercio globale sta diminuendo. Ciò ha colpito in particolare la Germania perché le esportazioni rappresentano il 47% del suo PIL e molte di queste esportazioni vanno in Cina. Le case automobilistiche tedesche hanno realizzato il 40% dei loro profitti in Cina l’anno scorso.

Nel frattempo, anche l’Eurozona nel suo complesso sta rallentando tuttavia esiste uno scenario ottimista.

Le discussioni tra Stati Uniti e Cina in merito all’applicazione dei dazi potrebbero venir meno. Inoltre, tagli fiscali e politiche monetarie più accomodanti in Cina potrebbero stimolare la spesa nel settore privato. Ciò rafforzerebbe le altre economie asiatiche e aumenterebbe ancora una volta la domanda di esportazioni europee.

Quindi l’indice potrebbe avere un forte recupero. Esiste la possibilità che, in netto contrasto con l’anno scorso, potrebbe essere uno dei mercati azionari più performanti dell’anno nel 2020. 

Conclusioni su DAX 30

Siamo arrivati alla fine dell’articolo e siamo certi che avrai una chiara panoramica di quali sono le principali caratteristiche dell’indice DAX e come poter investire su di esso.

La Germania è la principale potenza europea e una delle più rilevanti a livello mondiale, nonostante ci sia stato un leggero rallentamento della produzione, l’indice ha comunque registrato degli importanti segnali di ripresa. 

Quale piattaforma deciderai di utilizzare? eToro e 24option? Come hai potuto leggere entrambe offrono vantaggi esclusivi che facilitano enormemente il processo del trading online. Siamo sicuri che le proverai entrambe e ti farai un’idea più precisa. Buon trading!

Accedi a eToro e inizia a fare trading online. Clicca qui e accedi gratis.

Iscriviti gratuitamente e sfrutta i vantaggi di 24option. Clicca qui per registrarti.

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]