Errori investire in borsa

Errori nell’investire in borsa: i più comuni.

Quali sono gli errori più comuni di chi inizia ad investire in borsa? Come mai ci sono persone che quando investono in Borsa perdono soldi mentre alcuni investitori riescono a guadagnare. Quando si comincia a investire in Borsa si possono anche commettere errori. Proviamo ad esaminare quelli che sono gli errori più comuni commessi dagli aspiranti trader. Evitare questi errori è il modo migliore per guadagnare in Borsa senza rischi.

Come vedremo subito, la scelta della piattaforma è un passaggio cruciale per ottenere successo. Al termine dell’articolo ci sarà una recensione dei tre migliori broker in Italia, come 24option, eToro e Plus500.

Errori investire in borsa: Investire con la piattaforma sbagliata.

Quando si decide di iniziare investire in Borsa, bisogna fare attenzione alla piattaforma. Si possono guadagnare tanti soldi ma solo e soltanto se la piattaforma è di alta qualità e risponde alle esigenze specifiche del trader. Per dire, un trader che non sa nulla di Borsa e di trading avrà bisogno di corsi e tutorial, un esperto vuole una piattaforma avanzata che gli consenta di operare in maniera flessibile e sicura. Qui un articolo sulle migliori piattaforme. Sicuramente per evitare brutte sorprese una buona piattaforma deve essere sicura e affidabile. Solo la Consob può garantire davvero che una piattaforma sia affidabile, ecco perché il consiglio è sempre quello di utilizzare piattaforme autorizzate e regolamentate dalla Consob.

Ma questo non basta, purtroppo. C’è il problema della convenienza del trading: una piattaforma che applica commissioni sull’eseguito, anche se è autorizzata Consob, finirà per mangiarsi una parte importante del capitale. Meglio evitare se si vuole guadagnare. Ecco perché una buona piattaforma di trading deve applicare zero commissioni. Purtroppo piattaforme come Fineco o Trading Poste applicano commissioni elevate.

Errori investire in borsa: Avere false aspettative.

Iniziamo proprio dal tasto più dolente per i trader che investendo nel trading online hanno perso i propri soldi: stiamo parlando delle false aspettative. Tutti noi quando iniziamo una nuova attività abbiamo delle aspettative. Possiamo pensare che ci vada più o meno bene (o male), possiamo ipotizzare i risultati e i diversi scenari possibili. E proprio da ciò che deriva il detto “confrontarsi con la dura realtà”. Molte delle nostre aspettative spesso vengono infrante dalla realtà, che ci dimostra come avessimo sbagliato (quasi) tutte le nostre ipotesi a riguardo.

Nel trading online vale la stessa cosa. Sfortunatamente, la grande maggioranza dei trader perde proprio perché inizia ad investire nel trading online con delle false aspettative. Sono ancora molti i trader che pensano di diventare, non ricchi sfondati, ma di migliorare le loro condizioni economiche notevolmente. Il tutto magari nel giro di pochi mesi, o ancora peggio settimane. Insomma, si è così abbagliati dalla possibilità di guadagnare con il trading online, che viene visto come una sorta di sacro graal o metodo come “guadagnare velocemente e in modo sicuro”.

Errori investire in borsa: I soldi facili non esistono.

Aggiungiamo a ciò il fatto che vi sono certe persone che provano a dipingere il trading online proprio in questo modo, ed i rischi aumentano. Avvicinarsi al trading online pensando di fare soldi facili è sbagliato: il trading online è tutto l’opposto. Ovviamente, non basta solamente avere aspettative reali all’inizio. Bisogna essere in grado di mantenere le proprie aspettative di guadagno reali anche nel corso del tempo. Come si suol dire, bisogna avere sempre i piedi per terra.

E cosa può aiutarci a farci a tenere i piedi per terra e a non falsare le nostre aspettative di guadagno? Proprio il prossimo punto del nostro paragrafo: il money management.

Errori investire in borsa: Non usare il money management.

Se ci siamo già informati su cosa è il trading online e come funziona il trading online, lo avremo già letto mille e più volte: utilizzare sempre una strategia di trading. E anche un buon piano di money management, ovvero gestione del denaro. Eppure, vi sono ancora trader che spesso, nonostante abbiano una strategia di trading, preferiscono seguire il proprio istinto. Magari un paio di volte può pure andargli bene, e quelle volte che hanno seguito il loro istinto hanno ottenuti dei profitti.

Ma a lungo andare, il loro istinto incomincerà a fargli accusare delle perdite. Se si ha una strategia di trading, bisogna sempre seguirla ed evitare di affidarsi al proprio istinto. Altri trader invece, non utilizzano un piano di gestione del denaro, dando solo importanza alla strategia e investendo “ad occhio”. Un altro errore madornale. Sapere come gestire il proprio denaro è fondamentale sul lungo andare: siamo tutti bravi ad ottenere dei profitti nel trading tramite delle operazioni, ma quanti di noi possono essere costanti nel farlo, e continuare a guadagnare più di quello che perdono?

Errori investire in borsa: Gestire il rischio.

Saper gestire il proprio denaro, significa sapere che non bisogna mai investire più di quello che ci si può permettere di perdere. Se volete iniziare a fare trading online, scegliete una somma da dedicare a questa attività, ma che non influisca sulla vostra stabilità economica. E sapere gestire il proprio denaro, significa saper mettere dei limiti non solo alle proprie perdite, ma anche ai propri profitti. Su base settimanale o mensile, ponetevi dei piccoli obiettivi: se non avete mai fatto trading online prima d’ora, già puntare a guadagnare il 5% del vostro capitale in un mese è davvero un ottimo traguardo se raggiunto.

Occorre ricordare anche di imparare a gestire il rischio: investire su asset differenti. E non investire mai grosse somme solo su un’operazione: per esempio, se abbiamo €1000 nel nostro account di trading, aprire una posizione investendo €200 è molto rischioso, perché esponiamo ben il 20% di tutto il nostro capitale ad una perdita. Nel fare ciò dobbiamo essere molto rigidi e non abbandonare mai le nostre regole di gestione del denaro, oltre che la nostra strategia di trading.

Errori investire in borsa: Non considerare le commissioni.

Gli investitori che acquistano prodotti finanziari da venditori su commissione. I venditori sembrano di sapere sempre ciò che è meglio per i loro clienti investitori, ma in realtà la loro bravura è nel capire come possono fare soldi tramite i consigli che dispensano in modo da non farsi scoprire.

Ci sono decine di motivi per cui gli investitori non dovrebbero lavorare con i consulenti su commissione, per esempio perché le commissioni costano molto di più di quanto si pensa. Questo è un altro degli errori più comuni da evitare per investire con successo.

Errori investire in borsa: Non controllare le emozioni.

Gli investitori che si lasciano trasportare dalle emozioni. Ecco un altro esempio di come non investire: mai perdere la razionalità. Specialmente con una delle due nemiche del mondo degli investimenti: paura e avidità.

Con la paura si rischia di trovarsi subito nei guai in caso di panico durante un mercato a ribasso. Vendere tutto per paura e ritrovarsi in perdita non consente all’investitore di poter partecipare alla ripresa del mercato, che prima o poi arriverà.

L’avidità, d’altro canto, rischia di far perdere un approccio ragionevole e programmato negli anni e di far venire voglia di caricare su fondi azionari in espansione per un guadagno maggiore. La bolla poi scoppia e gli investitori rimangono con un pugno di mosche, e l’unico modo per non perdere tutto è quello di vendere il poco che è rimasto.

Errori investire in borsa: Considerare il trading una truffa.

Perché comprare un’automobile se si è dell’idea che non faccia al caso nostro? Perché iniziare una relazione con una persona presupponendo che finirà male? Ci sono trader che considerano il trading online una truffa. Che senso ha allora iniziare ad investire se si pensa questo?

Fare trading è un’attività finanziaria a tutti gli effetti, regolamentata e sicura. Non è affatto una truffa. Altrimenti bisognerebbe iniziare a dubitare di migliaia di trader che operano in tutto il Mondo, di autorità di vigilanza nazionali che autorizzano società di brokeraggio, di decine di broker con bilanci a più cifre.

Le azioni truffaldine ci sono come in tutte le attività. Ci sono dentisti onesti e altri disonesti. Ci sono ristoratori che portano in tavola al cliente prodotti di qualità, altri che propongono piatti fatti male. L’esistenza di broker di dubbia moralità, non significa che il trading è nocivo. Per evitarli basta scorrere la lista CySec e verificare quali compagnie sono autorizzate e regolamentate. Volendo fare un’ulteriore verifica basta andare alla ricerca delle black list e stare alla larga di società dubbie.

Il trading è un’attività finanziaria rischiosa, dove si possono conseguire guadagni interessanti ma anche accumulare perdite. Ci sono molti fattori che incidono sul risultato finale. Certamente sbagliare piattaforma, avere un approccio non professionale, incide molto sulla propria esperienza di trading.

Errori investire in borsa: Occorre scegliere sempre il miglior broker.

Il broker è l’intermediario tra noi ed i mercati finanziari: è colui che gestisce i nostri ordini e ci permette di investire nel trading online, fornendoci una piattaforma di trading (che può essere scaricata sul proprio computer, utilizzata direttamente dal sito del broker, o addirittura da una app sul proprio smartphone o tablet). Ogni broker è diverso e al giorno d’oggi ci sono migliaia di broker che operano online: cercare su google per credere.

Ma come facciamo ad orientarci in questa giungla di broker? Quale scegliere? Quale è il migliore broke per fare trading online? Iniziamo proprio con lo sfatare questo mito: non esiste un miglior broker in assoluto. Ma esiste il broker adatto alle nostre esigenze di trading. La prima grossa distinzione da fare è la seguente: investire utilizzando solamente broker regolamentati, come quelli presenti nella lista di broker contenuta nel prossimo paragrafo.

Errori investire in borsa: I migliori broker.

Analizziamo in modo esaustivo i migliori broker per operare in tutta sicurezza e senza incappare negli errori sopra elencati. Noi della redazione di Migliori Investimenti ne abbiamo selezionati tre.

Plus500

Plus500 Ltd è un Broker di Cfd quotato alla Borsa di Londra e con sede principale in Israele. Per essere un’azienda per azioni quotata, tra l’altro nel mercato azionario più grande del Vecchio Continente, bisogna pubblicare periodicamente le trimestrali aziendali e rispettare diversi importanti requisiti. Questo è un elemento molto rassicurante sulla solidità e la trasparenza dell’azienda.

Le caratteristiche principali della piattaforma sono la semplicità di utilizzo e la compatibilità con tutti i tipi di dispositivi, dallo smartphone al Pc. Tutto ciò di cui una trader può avere bisogno si trova già nella schermata iniziale della piattaforma che rimane tuttavia pulita e facilmente intuibile.

Coerente con la filosofia di semplicità e immediatezza che ispira la sua piattaforma di trading, Plus500 offre solo un tipo di conto di trading in cui il deposito minimo è di 100 Euro.

È disponibile una piattaforma in demo gratuita a tempo illimitato per chi si iscrive, un’occasione non così diffusa come si pensa, e inoltre non vi è alcun vincolo per aprire successivamente un conto reale.

Inizia a fare trading con Plus500 cliccando qui.

eToro

Il Broker eToro è molto più di una piattaforma per fare trading online in maniera sicura, affidabile e gratuita. eToro è infatti la prima piattaforma di social trading al mondo, un vero e proprio social network dove è possibile entrare in contatto con gli altri traders.

Con eToro si può scoprire chi sono gli investitori più bravi (quelli che hanno guadagnato di più in passato) e si può imparare da loro. Ancora più importante, è possibile copiare in maniera automatica e senza costi tutto quello che fanno i trader più bravi! In pratica con il social trading della piattaforma eToro è possibile guadagnare da subito come un guru del trading, anche se si parte veramente da zero.

Come funziona il social trading? Puoi cercare facilmente chi ha guadagnato di più negli ultimi mesi con un form di ricerca facile ed intuitivo. Una volta individuati i trader dai guadagni più alti, puoi iniziare a copiarli con un semplice click. Una volta che hai selezionato il trader da copiare, tutte le operazioni che vengono eseguite da lui vengono copiate automaticamente anche nel tuo account. Insomma, è possibile guadagnare con il trading online in modo automatico.

Ovviamente anche il più bravo trader del mondo può commettere degli errori: per questo motivo è sempre opportuno non limitarsi a copiare un singolo trader ma puntare alla diversificazione. I copiatori più furbi di solito copiano 6 o 7 trader esperti, in modo che se uno sbaglia, i profitti degli altri compensano le perdite e generano comunque un profitto complessivo.

Inizia a fare trading con eToro cliccando qui.

24option

24option è una piattaforma di investimenti finanziari estremamente seria e professionale. Spesso viene menzionata dagli addetti ai lavori fra le più affidabili all’interno del panorama dei broker di settore.

Dal punto di vista amministrativo, il gruppo di riferimento si chiama Rodeler Limited operante sotto licenza numero 207/13 emessa dalla Cypriot Investment Firm (“CIF”), un ente regolamentato dal CySEC. E’ quindi un broker in linea con la Direttiva Mifid.

Il deposito minimo per aprire un conto live con 24option è di 100 euro. Per finanziare il proprio account si possono scegliere molti modi tra cui carta di credito o di debito, bonifico bancario, portafoglio virtuale.

Clicca qui per iniziare a fare trading con 24option.