Trading online con pochi soldi

Trading Online con Piccole Somme: Guida 2022 per principianti

Il trading online con piccole somme non è impossibile! Nonostante ci siano ancora persone pronte a dire che per fare trading ci vogliono investimenti stratosferici, la realtà dei fatti è ben diversa. Sicuramente i ritorni di chi investe 5.000 euro o più saranno ben maggiori ma anche con meno di 200 euro si possono ottenere ricavi interessanti (anche senza l’utilizzo della leva).

Nel corso del nostro articolo vedremo come fare trading online anche se si ha poco denaro da investire, come ad esempio meno di 200 euro. L’importante è affidarsi solo alle migliori piattaforme di trading online, sicure e regolamentate dalla Consob. 

💰 Trading Online con Piccole Somme  
Dove: Piattaforme di trading online con deposito minimo inferiore ai 200€
Adatto a: Trader principianti
🎲 Livello di rischio: Basso

La piattaforma più popolare per il trading online è senza dubbio eToro, broker sicuro e regolamentato che permette sia l’acquisto effettivo degli asset sia il trading CFD partendo da un deposito minimo di soli 50 €.

Clicca qui per fare trading su eToro

Come fare trading online con pochi soldi

I passaggi da seguire per investire anche se si hanno pochi soldi sono i seguenti:

  1. Studiare il trading online
  2. Scegliere in cosa investire 
  3. Scegliere il broker giusto

Analizziamo nei dettagli questi step in modo da darti una panoramica completa di come investire i tuoi soldi.

1. Studiare il trading online 

Non puoi pensare di fare trading online e ottenere dei rendimenti anche da piccole somme senza conoscere bene questo mondo e il suo funzionamento.

Ecco quindi alcuni suggerimenti per iniziare a studiare i mercati e gli investimenti.

  • Libri

Per prima cosa ti consigliamo di leggere due libri utilissimi per entrare nel giusto mindset. Il primo è Rich dad, Poor dad di T. Kiyosaki, che dà delle interessanti indicazioni su come approcciarsi ai soldi e come gestire la propria vita finanziaria.

Il secondo è La mente del Trader, di Giacomo Probo. Si tratta di un’altra guida più impostata sul trading. Ti aiuterà a capire meglio i mercati borsistici sia dal punto di vista operativo che da quello psicologico. 

  • Corsi

I migliori broker online mettono a disposizione dei propri utenti molti materiali formativi gratuiti per consentire anche ai meno esperti di entrare nel mondo degli investimenti.

eToro, ad esempio, ha creato una vera e propria Trading Academy che offre un’ampia gamma di strumenti d’apprendimento e fornisce ogni giorno news e aggiornamenti per tenersi sempre al passo con i cambiamenti del settore.

2. Scegliere in cosa investire

Un portafoglio di investimenti ben fatto ed equilibrato dovrebbe contenere vari asset ed essere ben differenziato. Alcuni asset presentano maggiori rischi ma anche più possibilità di rendita, altri sono più sicuri ma le percentuali di guadagno sono molto basse per cui non avrebbe senso investirci piccole somme.

In generale se si hanno piccole cifre da investire gli asset più consigliati sono:

  • Azioni

Comprando le azioni di un’azienda diventi proprietario di una piccolissima parte dell’azienda stessa. I guadagni, in questo caso, derivano dalla distribuzione dei dividendi o dalla vendita delle azioni in caso di rialzo.

In passato per acquistare azioni di un’azienda richiedeva un capitale abbastanza consistente (considerando anche le numerose e alte spese di commissione richieste dalle banche) oggi grazie a piattaforme come eToro è possibile acquistare azioni senza pagare costi fissi. Inoltre eToro permette di acquistare frazioni di azioni partendo da soli 50 €.

In più, oltre eToro, anche altri broker come IQ Option, consentono la negoziazione di azioni tramite i CFD (Contratti per Differenza) che permettono di guadagnare dalle azioni senza diventarne proprietari. In altre parole consentono di scommettere sul cambiamento di valore di un titolo, dando la possibilità di guadagnare sia in caso di rialzo che di ribasso, a patto che si facciano le giuste previsioni.

  • ETF

Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono dei fondi di investimento a gestione passiva. Questo significa che una volta stabilito l’indice e quindi i titoli da includere all’interno del fondo, la società di gestione che ha emesso l’ETF non dovrà più lavorare sulla sua composizione, salvo che per riallineamenti periodici.

Ciò permette agli ETF di mantenere spese di commissione bassissime (di solito non superano l’1%).

  • Criptovalute

Bitcoin, Ripple,Cardano, sono solo alcune delle criptovalute più promettenti del momento.

Si tratta di una tipologia di investimento particolarmente redditizio ma anche molto rischioso che richiede una profonda conoscenza e dedizione per portare a buoni risultati.

Piattaforme come eToro Iqoption permettono di fare trading CFD su questo asset partendo da cifre molto piccole. In questo modo potrai sperimentare questa tipologia di investimento senza dover necessariamente investire da subito grossi capitali.

3. Scegliere il broker giusto

Quando si inizia a fare trading online è di fondamentale importanza scegliere un broker sicuro, regolamentato e in grado di rispondere alle proprie esigenze.

Infatti, oltre ad un deposito minimo basso (che non superi i 200 €), ci sono altre caratteristiche da valutare in broker quando si investe.

  • Conto demo: si tratta di una funzione indispensabile per tutti i trader che ancora devono imparare ad utilizzare la piattaforma. Inoltre, soprattutto per i trader alle prime armi è fondamentale testare le proprie strategie prima di metterle in pratica. 
  • Certificazioni e garanzie: se non si vuole rischiare di finire in una delle tante truffe online legate agli investimenti, è indispensabile che il broker a cui ci si affida sia sicuro e regolamentato. Le certificazioni più comuni sono la CySec, la MiFID Markets in Financial Instruments Directive e la Fca. 
  • Scuola e formazione: come abbiamo visto, i migliori broker offrono gratuitamente ai propri utenti materiale didattico e corsi di formazione.
  • Piattaforma chiara ed intuitiva: un buon broker presenta una piattaforma facile da usare, che permetta di scoprire in maniera semplice e intuitiva funzionalità e performance.
  • Assistenza in italiano: è di fondamentale importanza trovare un broker che offra assistenza nella propria lingua. Inoltre le migliori piattaforme offrono assistenza 24 ore su 24 e rispondono nel giro di pochi minuti alle richieste degli utenti.

Tutte queste caratteristiche sono presenti solamente all’interno delle migliori piattaforme di trading online, di cui ti parleremo nel prossimo paragrafo.

Dove fare trading online con piccole somme

Come abbiamo anticipato, per fare trading online con piccole somme in maniera sicura e proficua è necessario selezionare broker che abbiano delle caratteristiche specifiche in termini di sicurezza, performance e assistenza.

Di seguito ti parliamo più nel dettaglio di quelli che secondo noi sono i due migliori broker online in circolazione al momento.

eToro

eToro è un broker di fama mondiale con milioni di utenti attivi ogni giorno. Si contraddistingue per la sua funzione di Copy Trading. Questa dà possibilità di replicare automaticamente le strategie dei migliori trader presenti sulla piattaforma selezionabili in base a diversi parametri come il rendimento o il profilo di rischio.

Con il conto demo di eToro, è possibile sperimentare anche questa funzione senza mettere in gioco subito il proprio capitale. Una volta superato questo step, però, è il caso di iniziare con denaro reale, almeno con un deposito minimo.

eToro è molto apprezzato anche dai trader esperti dato che ha spread molto bassi e competitivi.

Clicca qui per provare il Conto Demo di eToro

IQOption

Questo broker si contraddistingue per la possibilità di aprire un conto con un deposito minimo bassissimo, pari a soli 10 €. Come è chiaro, parliamo di un caso unico nel mondo del trading online!

Ovviamente, prima di procedere con il conto con denaro reale, anche qui è possibile esercitarsi con quello demo. Un consiglio che si dà spesso a chi comincia a fare trading online consiste nell’evitare di spendere troppo tempo sul conto di esercitazione.

Il rischio, infatti, è quello di perdere di vista il vero volto del trading online, caratterizzato da un rischio sempre in agguato e, di conseguenza, dalla necessità di sviluppare un atteggiamento psicologico adeguato.

Sul broker puoi investire in CFD.

Clicca qui per fare trading CFD su IQOption

Fare buoni investimenti online

Quando si punta a fare trading online con piccole somme, si pensa anche a come guadagnare. La cosa è possibile, ma è necessario pianificare la situazione nel dettaglio. Per capire meglio cosa fare, prendiamo come riferimento il trading azionario.

In questo caso, si parte considerando alcuni concetti basilari. Prima di tutto, bisogna tener presente i fattori che determinano il prezzo di un titolo azionario.

In primo piano, troviamo l’esito dell’incontro tra domanda e offerta. Data questa premessa, ricordiamo che, quando si presume che un titolo azionario sia in procinto di crescere di valore, è bene acquistarlo. Se, invece, si prospetta una perdita di quota, la scelta migliore è vendere.

Un altro trucco per massimizzare gli investimenti quando si opera con i titoli azionari – o, per meglio dire, con i loro derivati – consiste nell’acquistare basso e nel vendere alto.

Molto importante, per capire su quali titoli puntare, è anche analizzare i dati societari, cercando di individuare le possibilità di espansione, i competitor e i mercati che una determinata realtà aziendale quotata in Borsa può aggredire con efficacia.

Fortunatamente eToro oltre al CopyTrading mette a disposizione anche il Social Trading, potrai dunque leggere le opinioni dei trader più esperti sull’andamento futuro di un titolo.

In generale quindi, ribadiamo quanto detto all’inizio di questo articolo: per ottenere il massimo anche da piccoli investimenti è necessario prima di tutto studiare e informarsi.

Conclusioni

Come è chiaro, fare trading online con piccole somme è possibile e, in alcuni casi, anche facile.

Quello che conta quando si decide di iniziare, però, è ricordare che il rischio è sempre in agguato e che non può essere eliminato, ma solo tenuto sotto controllo con strategie specifiche e il giusto approccio psicologico.

Diffida da chiunque vi prometta di guadagnare somme enormi senza fare nulla!

Il nostri consigli finali per fare trading con piccole somme sono:

  1. Studiare 
  2. Affidarsi solo alle piattaforme regolamentate;
  3. Fare molta pratica con la Demo gratuita;
  4. Investire nei CFD non più del 5% del budget e di stare attenti con la leva se si è principianti;
  5. Contattare l’assistenza qualificata del broker se hai problemi;
  6. Avere sempre un portafoglio diversificato (CFD, azioni, ETF ecc.)

Speriamo davvero di esserti stati d’aiuto! Ora non ti resta che iniziare scaricando la Demo di eToro o IQ Option.

Clicca qui per iniziare ad investire su eToro

FAQ

Fare trading online con piccole somme è possibile?

Sì, è possibile. I migliori broker online infatti richiedono depositi minimi di poche decine di euro. Iq Option ne chiede addirittura solo 10 €.

Come fare trading online con piccole somme?

Per fare trading online con piccole somme devi: 1. Studiare il trading online, 2. Scegliere in cosa investire, 3. Scegliere il broker giusto.

Quali sono i migliori broker per investire piccole somme?

I migliori broker per investire piccole somme sono senza dubbio eToro e Iq Option.

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]