Migliori conti deposito

Migliori conti deposito

  • Investire sicuro oggi: i vantaggi dei conti deposito

    Mercati finanziari: investire soldi nei conti deposito

    In questi mesi di indubbia incertezza sui mercati finanziari, e specialmente in queste ultime settimane dove la minaccia della guerra tra Usa e Corea sembra sempre più incombente, trovare veri investimenti redditizi e sicuri è diventato sempre più difficile per i milioni di trader e investitori di tutto il mondo interessati a investire in sicurezza. Esistono comunque strumenti finanziari adatti a soddisfare queste esigenze proteggendo il capitale in maniera ottima e sicura: tra questi certamente rientrano i beni rifugio, come già accennato tra i più ricercati asset del 2017, ma anche i Buoni fruttiferi postali o anche i conti deposito. Negli ultimi articoli abbiamo già parlato in maniera approfondita delle prime due tipologie di investimento, ma ci soffermeremo oggi unicamente sui conti deposito e sui vantaggi e svantaggi che caratterizzano questo interessante strumento.

    Mercati finanziari oggi come investire sicuro
    I conti deposito sono tra i migliori investimenti del momento in termini di sicurezza.

    Cominciamo quindi dalle definizioni fondamentali: cosa sono i conti deposito? Si tratta in pratica di prodotti bancari molto simili ai tradizionali conti correnti, ma al contrario dei più storici colleghi i conti deposito garantiscono interessi maggiori, un fattore che li rende inevitabilmente più accattivanti agli occhi dei trader. Il principio su cui comunque si basano è lo stesso: gli istituti di credito sfruttano il capitale depositato dai clienti che viene reinvestito per ottenere ritorni alla banca stessa, e come premio garantiscono ai sottoscrittori un rendimento che viene concordato già durante la compilazione del contratto. In questo modo diversamente dagli storici conti correnti i conti deposito possono vantare un rendimento fisso ma allo stesso tempo crescente, in quanto maggiore è il lasso di tempo per il quale il capitale viene bloccato maggiore è il ritorno per il risparmiatore. Il tutto senza grandi limitazioni e soprattutto in totale sicurezza, in quanto anche in caso di bancarotta o fallimento dell’istituto di credito i conti deposito sono protetti dal Fondo di Tutela Interbancario per i Depositi, che copre tutte le eventuali perdite fino a 103.000 euro. Si può quindi realmente definire un investimento sicuro e per questo motivo è indubbiamente uno degli strumenti preferiti dagli investitori del Belpaese per investire nel 2017.

    Borsa oggi: vantaggi e svantaggi dei conti deposito

    Esistono tuttavia dei limiti come quello relativo al numero di operazioni che è possibile effettuare, o anche la necessità di un conto corrente al quale appoggiarsi che funga da perno per l’investimento. Inoltre sui conti deposito non è possibile addebitare bollette, canoni o altri tipi di pagamento, ma questo d’altro canto non è lo scopo per il quale sono stati creati. L’idea era infatti andare incontro alle esigenze di tutti i numerosi risparmiatori interessati a investire sicuro oggi pur accontentandosi di interessi relativamente bassi. Esiste tuttavia un’altra faccia della medaglia che differenzia in positivo questo strumento dai normali conti bancari, ovvero la totale assenza di spese e costi annuali per la gestione del conto e delle relative operazioni. In questo senso rappresenta anche un investimento accessibile per tutte le tasche e dotato di ottime prospettive a medio e soprattutto a lungo termine, un fattore questo che continua a destare grande apprezzamento tra i trader e risparmiatori.

    Migliori conti deposito oggi
    Per investire sicuro oggi i conti deposito sono insieme ai beni rifugio la scelta più solida.

    Per accedere infatti a questo ottimo investimento occorrono solo un documento d’identità, il codice fiscale e come già accennato un conto corrente che funga da appoggio, per il resto non viene richiesta alcuna ulteriore garanzia. Ma come scegliere quindi un conto deposito che sia davvero ideale per le proprie necessità? Per compiere questa difficile scelta occorre prima di tutto prestare attenzione a 3 fattori:

    -il tasso di interesse: ovvero il reale rendimento che il sottoscrittore percepisce dall’istituto di credito in base al capitale investito, tendenzialmente specificato lordo e in alcuni casi soggetto a variazioni.

    -la logica di capitalizzazione: ovvero il parametro in base al quale viene stabilito il momento in cui gli interessi vengono corrisposti al risparmiatore.

    -le spese di gestione: aprire e gestire un conto non richiede in generale alcuna spesa, ma in relazione al partner finanziario selezionato è possibile che vengano addebitate eventuali tasse sugli interessi o imposte di bollo.

  • Conti deposito, sono davvero i migliori investimenti del momento?

    Bot, immobili e banche, gli italiani e gli investimenti sicuri

    L’Italia, si sa, è sempre stato e tuttora rimane un Paese vecchio. Per questo ancora oggi molti risparmiatori per investire i risparmi decidono di dirigersi in banca, perché per loro storicamente gli istituti di credito in generale rappresentano una certezza e una garanzia. Purtroppo oggi non si può certamente definire il reparto bancario italiano come una fonte di solidità, anzi siamo da questo punto di vista il fanalino di coda dell’Europa intera, ma nonostante questo i risparmiatori italiani rimangono diffidenti nei confronti della maggior parte dei nuovi strumenti finanziari nati negli ultimi anni o anche decenni, quindi sia tra i giovani che gli anziani la banca rimane comunque forse l’intermediario più importante a disposizione degli italiani. Quali sono tuttavia i migliori investimenti del momento in banca? Conosciamo tutti i basilari conti correnti, sicurissimi e semplici ma non legati ad alcuna logica speculativa, ormai tutti ne possediamo almeno uno e vi depositiamo i nostri risparmi. Tuttavia col conto corrente il denaro versato non frutta quasi alcun interesse al sottoscrittore, il quale quindi potrebbe certamente impegnare in maniera più proficua il proprio capitale.

    Conti deposito investire oggi
    Bassi rendimenti e minimi rischi, dove e come investire oggi in conti deposito.

    I conti deposito in questo senso rappresentano invece una ottima via di mezzo tra il classico conto corrente e un pratico strumento di risparmio, e sono infatti molti gli italiani negli ultimi anni ad averne aperto uno. Molti altri tuttavia si mantengono diffidenti e preferiscono rimanere stabili sulle storiche forme di investimento, non avendo una vera idea chiara di quali siano i costi e i numeri, i pro e i contro di questo versatile strumento. Innanzitutto per aprire un conto deposito serve essere già titolari di un normale conto corrente, il quale fungerà da appoggio per il conto di risparmio sul quale si andranno a versare periodicamente le cifre. Dal conto deposito infatti non è possibile effettuare tutte le normali operazioni previste col normale conto, ma solo depositare capitali con l’intenzione di investirli. I soldi vengono dunque investiti dalla banca, che ridistribuisce secondo le quote i guadagni a tutti i clienti. Il funzionamento è quindi estremamente semplice, ma si tratta davvero di un solido investimento?

    I conti deposito, investimenti finanziari sicuri?

    Da questo punto di vista la risposta può solo essere affermativa: i conti deposito infatti sono sicuri al 100% come i fratelli correnti, grazie alla totale garanzia del Fondo Interbancario di tutela del credito. Questo ente garantisce infatti a tutti i risparmiatori interessati la restituzione completa di quanto investito nel caso di bancarotta o fallimento dell’istituto di credito: quindi se la vostra banca dovesse fallire o avere problemi (eventualità una volta rara ma ormai quasi all’ordine del giorno in Italia) col conto deposito non vi sarà alcuna possibilità di perdere denaro, fino a un ammontare massimo di 100.000 euro. Inoltre in molti conti deposito è previsto un tasso di interesse fisso e netto che garantisce al cliente un rendimento minimo indipendente dagli alti e bassi dei mercati finanziari. Questo vantaggio unito alla garanzia di rimborso fornisce insomma una grande protezione del capitale difficilmente riscontrabile in altre forme di investimento.

    Conti deposito migliori investimenti oggi
    Secondo molti italiani i conti deposito sono tra i migliori investimenti sicuri.

    Esistono tuttavia ovviamente anche dei rischi che è bene conoscere e ponderare prima di effettuare un investimento: da un lato vi è ovviamente il rischio di insolvenza da parte della banca sopra i 100.000 euro citati, che in caso di fallimento potrebbe non ridare tutto il capitale all’investitore. È comunque una possibilità remota e pensata per grandi investitori, infatti difficilmente un risparmiatore o pensionato italiano ha a disposizione tale cifra da investire. Per il resto il secondo e unico altro problema vero insito nei conti deposito riguarda il reinvestimento, in quanto una volta scaduto il contratto sarà onere e interesse del cliente cercare un altro conto in grado di offrire le stesse garanzie e interessi, e si tratta di un’impresa oggigiorno sempre più rara. Si tenga infatti conto che in generale il tasso di interesse di un conto deposito tende a essere inversamente proporzionale alla salute della banca che lo offre al cliente. Una banca in salute offrirà quindi tassi bassi, mente un istituto in difficoltà (e oggi in Italia non mancano) offrirebbe facilmente ottimi tassi di interesse. Insomma uno strumento utile e interessante per risparmiare senza rischi e senza pensieri, dove tuttavia occorre lavorare per trovare il giusto equilibrio tra rendimenti interessanti, sicurezza e flessibilità, in modo da renderlo davvero un investimento sicuro.

    La migliore piattaforma per investire online è Plus500. Clicca qui e accedi direttamente alla pagina di Plus500. Perché diciamo che Plus500 è la migliore piattaforma per fare trading di azioni? Plus500 è semplice da usare con diverse tipologie di conto dedicate, non applica commissioni di nessun tipo e offre un bonus gratis agli iscritti fino a 7.000 euro. Per aprire un conto su Plus500, clicca qui.

  • Conti deposito, cosa cambia nel 2017

    Investimenti sicuri: cosa sono i conti deposito

    Negli articoli precedenti abbiamo già parlato dei conti deposito, una particolare forma di conto bancario presente da anni ormai in Italia e in tutto il mondo e considerata tra le più sicure in assoluto. Si tratta in pratica di un contratto stipulato con l’istituto di credito in base al quale il risparmiatore decide di investire i risparmi nella banca stessa, che detiene dunque il diritto di investirli restituendo al correntista la totalità dell’importo più un tasso solitamente tra l’1% e il 2% dopo un periodo compreso tra 1 e 36 mesi. Un investimento quindi semplice, a lungo termine, relativamente poco redditizio ma estremamente sicuro. Tutto dipende ovviamente dalla banca scelta e dalla relativa solidità, un fattore scontato fino a qualche anno fa ma che oggi sembra anzi essere un vanto di pochi istituti prediletti.

    Conti deposito
    L’incertezza dei mercati finanziari europei non intacca la solidità dei conti deposito.

    In generale sull’Occidente e sui mercati finanziari di tutta Europa infatti il clima di incertezza continua a pesare sulle piazze d’affari del Vecchio Continente, in special modo sul comparto bancario del Belpaese che ha iniziato il 2017 con una grave bocciatura arrivata direttamente dagli analisti della Banca centrale europea. Inoltre la Brexit, Trump, le tensioni con la Corea del Nord, la vittoria di Macron alle elezioni francesi, tutti eventi che hanno contribuito e stanno tuttora contribuendo agli alti e bassi grafici. Tornando al Belpaese il comparto bancario ha visto un 2016 di fuoco, dove i fallimenti di Monte dei Paschi di Siena e Banca Etruria rappresentano solo la punta dell’iceberg, mentre in realtà è stata messa a nudo sulla scena internazionale la grande vulnerabilità e fragilità di un sistema bancario che per troppo tempo è sembrato incrollabile. A dimostrare questa tesi è arrivata di recente anche la sentenza della prestigiosa Dbrs che ha abbassato il rating italiano da A a BBB, mentre ancora non sono chiari piani della Bce circa le prossime manovre in tema di Quantitative Easing: nonostante la mano larga di Francoforte infatti il clima di incertezza sembra destinato a durare ancora: la stessa elezione di Macron ha portato a pesanti prese di profitto sull’euro che ha perso terreno in borsa negli scorsi giorni, mentre ancora rimane l’incognita delle elezioni parlamentari di giugno che ancora pesa sul nuovo premier francese.

    Investire oggi nei conti deposito: vantaggi e svantaggi

    In ogni caso quanto finora accennato non dovrebbe avere un grande impatto sui conti deposito, né influenzare in particolar modo le offerte relative agli investimenti a breve termine. Questo pratico e sicuro strumento di risparmio infatti è solitamente al riparo dagli scossoni dei grafici o dei mercati azionari, ma l’attuale difficile situazione economica in Europa sarà prima o poi percepita anche in questo comparto. Ma quindi conviene investire in conti deposito nel 2017? La domanda sorge spontanea ed è lecita, ma la risposta si presenta certamente complessa: osservando i tassi di interesse attuali dei più diffusi migliori conti deposito infatti ci si rende conto che sono decisamente più bassi rispetto agli ultimi anni, un fattore penalizzante che di primo impatto porterebbe l’investitore a cercare altre tipologie di investimenti sicuri più redditizie. D’altro canto i conti deposito ormai sono contratti che non comportano alcun costo per il correntista, e in questo senso in ogni caso, e nonostante i tassi più bassi, essi rappresentano una valida alternativa rispetto ai semplici conti correnti, senza contare la totale solidità del reparto.

    Investire oggi conti deposito
    Un investimento sicuro che cresce col tempo: i migliori conti deposito del 2017.

    Se poi i conti correnti sono dotati di linee libere, i conti deposito oggi presenti sul mercato sono dotati di linee vincolate decisamente più elastiche di quelle degli ultimi anni, e permettono di fatto all’investitore di riottenere la disponibilità del capitale versato senza il pagamento di alcuna penale, oltre a un tasso di interesse prestabilito a cui si ha diritto per tutto l’intervallo di tempo nel quale la liquidità è stata investita. Infine al giorno d’oggi molti contratti prevedono la liquidazione degli interessi maturati in anticipo, lasciando poi la scelta all’interessato su come usare la somma guadagnata, se incassare oppure continuare a investire in prospettiva di maggiori guadagni. Insomma uno strumento forse meno conveniente che in passato ma certamente interessante e versatile da molti punti di vista, primo tra tutti la quasi nulla percentuale di rischio insita in questa tipologia di investimenti.

    Uno dei migliori strumenti per investire online è Plus500. Clicca qui e accedi direttamente alla pagina di Plus500. Perché diciamo che Plus500 è la migliore piattaforma online per fare investimenti? Plus500 è semplice da usare, non applica commissioni e offre un bonus gratis agli iscritti fino a 7.000 euro. Per aprire un conto su Plus500, clicca qui.