Investimenti redditizi

Investimenti redditizi: Quali sono? Lista aggiornata 2022

A causa della crisi dovuta al Covid-19 sempre più persone sono alla ricerca di investimenti redditizi con cui arrotondare le proprie entrate. 

Le persone però non sanno da dove partire e in cosa investire. Spesso inoltre sono scoraggiate dalle elevate commissioni proposte dalle banche. Nel corso del nostro articolo vedremo quali sono i migliori investimenti redditizi da fare nel 2022 e come effettuarli sulle piattaforme di trading online.

Ovviamente non stiamo parlando di piattaforme truffaldine ma di broker regolamentati che contano milioni di utenti. Un esempio? Il broker certificato eToro, sul quale è possibile sia l’acquisto effettivo dei titoli che il trading CFD.

Clicca qui per scoprire tutti i vantaggi di eToro

🏆 Migliori Investimenti Redditizi Livello di rischio: Voto:
1. Azioni Medio/Alto ⭐⭐⭐⭐⭐
2. ETF e Fondi indicizzati Basso ⭐⭐⭐⭐⭐
3. Materie prime Medio/Alto ⭐⭐⭐⭐⭐
4. CFD Alto ⭐⭐⭐⭐
5. Criptovalute Alto ⭐⭐⭐⭐

Investimenti redditizi

Migliori Investimenti Redditizi

Prima di vedere come utilizzare le migliori piattaforme di trading online scopriamo quali sono gli investimenti redditizi da fare nel 2022. Vi mostreremo sia investimenti a gestione attiva sia investimenti a gestione passiva.

Azioni

Investire in azioni significa diventare proprietario di una piccolissima quota dell’azienda a cui appartiene il titolo. Una buona regola è quella di avere sempre un portafoglio diversificato che contenga sia azioni ad alto potenziale di crescita, come le azioni tech, sia azioni più sicure, come le azioni da dividendo.

Sul broker eToro potrete addirittura investire in azioni frazionate, ovvero se non avete più di 3.000 euro per comprare un’azione Amazon potete anche investirci meno.

ETF e Fondi Indicizzati

Gli ETF sono dei fondi comuni d’investimento quotati in Borsa. Investendo in ETF investirete in un pacchetto di azioni, dunque avrete rendimenti minori ma anche un rischio bassissimo.

Gli ETF sono a gestione passiva, il che comporta dei costi più contenuti rispetto a quelli dei fondi comuni. Gli ETF si adattano benissimo a chi desidera investire in modo passivo, dovrete solo investire una quota di denaro in questi fondi e ricevere poi i rendimenti.

Un altro ottimo investimento a gestione passiva, simile agli ETF, è quello dei fondi indicizzati. A differenza degli ETF i fondi indicizzati avranno l’obiettivo di replicare un indice di Borsa, come ad esempio lo S&P.

Questi fondi hanno un rischio bassissimo e nel lungo periodo sono un ottima fonte di reddito per l’investitore medio.

Materie prime

Investire in materie prime significa investire in prodotti o sostanze utilizzati per la realizzazione di altri beni. Le materie prime più apprezzate dagli investitori sono il petrolio, l’oro e l’argento.

Ovviamente ogni materia prima è diversa  e necessita di una strategia diversa. Non tutte hanno le stesse capacità di rendimento e per questo è sempre meglio diversificare, ma se si è in grado di agire secondo una strategia efficace, quello in materie prime può rivelarsi uno degli investimenti più redditizi in assoluto.

La maggior parte delle materie prime infatti sono caratterizzate da una grossa volatilità che significa alto rischio ma anche alte possibilità di guadagno.

CFD

I CFD sono uno strumento derivato che replica l’andamento dell’asset sottostante (azioni, ETF, Forex, cripto ecc.). Grazie ai CFD, tutto ciò che occorre fare sarà effettuare la giusta previsione di mercato. Questo perché sarà possibile speculare sia al rialzo che al ribasso.

Fare previsioni non è una faccenda estremamente complessa, occorrerà sicuramente studio, costanza ed un occhio allenato a riconoscere l’andamento dei grafici. Per nostra fortuna, ci sono piattaforme che, consapevoli dell’importanza di questo aspetto, mettono a disposizione strumenti utili per aiutarci ad investire con criterio e profitto.

Sono uno strumento rischioso, da utilizzare con cautela ed all’interno di un portafoglio diversificato.

Criptovalute

Come le materie prime, anche le criptovalute sono caratterizzata da una forte volatilità, ma rappresentano uno dei mercati più redditizi di sempre. Per questa ragione però consigliamo di investire in crypto solo a coloro che sono propensi al rischio.

Chi aveva investito in criptovalute prima del boom, oggi è diventato milionario. Tuttavia il treno non è andato perso, le possibilità di rialzo ci sono ancora tutte.

Se però volete assolutamente investire in questo settore vi consigliamo di investire solo nelle migliori cripto con un progetto solido e non nelle così dette “shit coin”.

Piccoli investimenti redditizi

Se volete iniziare ad investire ma non avete ancora un grosso capitale a vostra disposizione, non preoccupatevi: è possibile fare investimenti redditizi anche investendo piccole somme. Ci sono infatti broker che hanno come obiettivo proprio quello di aprire a tutto il mondo degli investimenti e, per facilitare le cose anche ai principianti, si sono specializzati  nel raccogliere gli investimenti di piccola entità.

Uno di questi broker è IQ Optionche permette di investire tramite la sua piattaforma partendo da un deposito minimo di anche soltanto 10.

Si tratta dunque di somme davvero ridotte, che permettono a chiunque di investire sui principali mercati che abbiamo analizzato poco sopra, senza avere capitali importanti.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Vediamo adesso quali sono le migliori piattaforme di trading su cui effettuare questi investimenti redditizi. In ogni caso i passi che dovete seguire sono i seguenti:

  1. Registrarvi gratuitamente alla piattaforma scelta
  2. Studiare su del materiale formativo e fare pratica con l’account demo gratuito della piattaforma scelta
  3. Quando vi sentirete pronti potrete passare all’account reale depositando l’importo minimo stabilito dalla piattaforma. Questo importo generalmente varia da pochi euro a circa 250 ed è depositabile tramite carta di credito/debito, bonifico o PayPal.
  4. Scegliere in cosa investire: azioni, ETF ecc. 
  5. Cliccare su ” Compra

Vediamo adesso nel dettaglio alcune delle migliori piattaforme.

eToro

Il broker eToro è uno dei broker più apprezzati in assoluto a causa della piattaforma intuitiva e dei costi bassi. Sul broker potrete investire in:

  • Azioni
  • ETF
  • CFD
  • Criptovalute

Per chi volesse fare trading in più modo automatico, magari perché si ha meno tempo a disposizione, eToro è il broker perfetto. Si tratta della prima piattaforma di social trading al mondo. Con eToro è possibile ricercare gli investitori professionali che hanno guadagnato di più nel passato e quindi copiarli tramite pochi clic.

Come funziona il copy trading? Potete cercare facilmente chi ha guadagnato di più negli ultimi mesi con un form di ricerca facile ed intuitivo. Una volta individuati i trader dai guadagni più alti, potete iniziare a copiarli con un semplice click. Una volta che avete selezionato il trader da copiare, tutte le operazioni che vengono eseguite da lui vengono copiate automaticamente anche nel vostro account. Insomma, è possibile guadagnare con il trading online in modo automatico.

Ovviamente anche il più bravo trader del mondo può commettere degli errori: per questo motivo è sempre opportuno non limitarsi a copiare un singolo trader ma puntare alla diversificazione. I copiatori più furbi di solito copiano 6 o 7 trader esperti, in modo che se uno sbaglia, i profitti degli altri compensano le perdite e generano comunque un profitto complessivo.

Clicca qui per scaricare la demo gratuita di eToro

TRADE.com

TRADE.com è una piattaforma di trading multi-asset che consente di investire nella maggior parte dei migliori investimenti redditizi tramite i CFD.

Il punto forte della proposta di questa piattaforma risiede nel gran numero di Asset a disposizione degli utenti. Questi infatti possono scegliere fra ben 2.200 CFC suddivisi in obbligazioni, materie prime, forex, indici, azioni ed ETF. Un bel ventaglio di alternative, fondamentale per quegli investitori alla ricerca di società di trading che permettano, grazie a una buona sequenza di attività, una pianificazione strategica diversificata e versatile del proprio investimento.

Il Centro Formativo mette a disposizione dei sottoscrittori di un conto contenuti tecnici all’avanguardia. Per i principianti è anche dedicato un corso ad hoc, oltre a Ebook e tutorial che spaziano dai concetti finanziari più noti sino a presentazioni dettagliate di concetti determinanti per progettare un serio investimento sul mercato dei CFC.

Clicca qui per accedere alla demo di TRADE.com

Quanto budget serve per fare Investimenti Redditizi?

Ad oggi, molti broker di trading online permettono di iniziare ad investire con solo €10-200. A ciò, possiamo aggiungere l’effetto leva (da utilizzare con cautela) che ci permette di amplificare la portata del nostro investimento. La leva massima è 1:30. Quindi iniziare con 100 euro ci permette di negoziare sui mercati come se ne avessimo 3.000.

Facciamo un esempio pratico. Con i dati espressi in precedenza, ipotizziamo di acquistare azioni Amazon operando con il nostro capitale di €100. con l’effetto leva ne risulterebbero tremila. Un’operazione chiusa in profitto del 5% ci permetterebbe, conti alla mano, di ottenere un profitto netto di €150. Non male per una singola operazione! Insomma, iniziando con solo €100 già il profitto ottenuto ci avrebbe permesso di duplicare il nostro investimento iniziale. 

Utilizzare la leva è però molto rischioso, di conseguenza se avete la disponibilità di partire già con €1.000-5.000 potrete operare senza leva e dunque a minor rischio.

Investimenti Tradizionali: sono redditizi?

Gli investimenti tradizionali sono molto semplici da effettuare ma generalmente sono poco redditizi. Vediamo però insieme in cosa consistono esattamente questi investimenti tradizionali.

Potreste eventualmente affiancarli ad investimenti potenzialmente più profittevoli come quelli che vi abbiamo mostrato.

Conti deposito

Molto in voga agli inizi del 2000, i conti deposito sono sicuramente un’alternativa per chi vuole parcheggiare la liquidità senza preoccupazioni. Tuttavia, a fronte di un alto livello di sicurezza, il limite dei conti deposito è che i tassi d’interesse, in questo momento storico, sono estremamente bassi.

Per fare un esempio e sottolineare questo grande problema, di solito le banche offrono un guadagno che si aggira intorno all’1.5% lordo annuo (importante ricordarsi di sottrarre l’IVA del 26% agli interessi). Questo significa che con un conto deposito da 10 mila euro si ottengono solo 150 euro di profitto lordo, che poi è di soli 111 euro netti. Inoltre ricordiamo che per somme superiori a 5 mila euro c’è l’imposta di bollo del 2 per mille. Quindi è ovvio che che il guadagno netto è molto basso.

Insomma, coloro che dispongono di liquidità in eccesso e vogliono “parcheggiarla”, vincolandola, possono ricorrere a questo strumento. Coloro che sono alla ricerca di un minimo di profitto, dovranno guardare altrove.

Titoli di stato

Tra gli investimenti più sicuri in assoluto, troviamo i buoni ordinari del tesoro che possono avere un termine pari a 3 oppure 6 mesi. Come funzionano i titoli di stato? Semplice, si sottoscrivono queste obbligazioni mediante banca o operatori certificati, come le SIM. Si diventa quindi “azionisti” dello Stato, il quale si impegna a versare un interesse annuale ai suoi sottoscrittori.

Questi strumenti sono molto sicuri, infatti secondo le recenti normative in materia, anche nel caso in cui lo Stato dovesse (per qualsiasi motivo) fallire, il denaro verrà rimborsato dall’Unione Europea. Tuttavia, anche in questo caso i tassi sono ai minimi storici, e se si è dunque alla ricerca di una soluzione per proteggere il proprio investimento si può sfruttare questa opzione, altrimenti è meglio migrare su altri lidi.

Buoni postali

Strumento finanziario molto utilizzato dagli Italiani, mentre quasi inesistente all’estero, i Buoni postali nell’immaginario collettivo sono visti come un mezzo sicuro per investire. Si tratta di titoli garantiti dallo Stato ed in passato hanno generato buoni profitti, al pari dei BOT. Nel corso degli anni, la loro redditività è scesa, tuttavia continuano ad essere molto utilizzati anche dai piccoli risparmiatori.

Si tratta davvero di un investimento fatto da molte persone pur di non tenere i soldi sotto il materasso. Tuttavia, nonostante il ventaglio di offerte sia abbastanza variegato, i limiti sono simili a quelli dei titoli di stato. Infatti, oltre a percentuali di rendimento molto basse, il periodo per il quale occorre vincolare i risparmi è decisamente lungo. Per generare un profitto minimo soddisfacente, un arco temporale di almeno 5 anni è il più indicato. Decisamente tanto tempo.

Anche il ritorno sull’investimento fatto è molto basso, siamo sotto l’1% di rendimento annuo.

Immobiliare

Da sempre considerato un modo sicuro per investire e allo stesso tempo proteggere il capitale, l’investimento nel mattone negli ultimi anni ha perso fascino.

Le motivazioni? Sono molteplici. Innanzitutto il costo delle case che è lievitato, anche in zone periferiche o in borghi medio/piccoli. A questo si aggiunge la crisi bancaria che ha portato gli istituti ad erogare mutui sempre con maggiore difficoltà. Questa spirale ha causato una crisi del settore dalla quale si sta faticosamente uscendo negli ultimi anni.

Resta tuttavia un investimento dispendioso; anche con il mutuo, sarà necessario investire almeno €20.000 per poter iniziare un investimento simile. Oltre al fatto che decidere di puntare tutta la liquidità a disposizione su un singolo Asset, in questo caso un’abitazione, è sempre un rischio.

Conclusioni

In questa guida abbiamo analizzato la fattibilità di investimenti redditizi e con un capitale iniziale contenuto. Vi ricordiamo le regole principali per investire online:

  1. Studiare
  2. Fare pratica con la demo
  3. Avere un portafoglio diversificato

In ogni caso, sarà fondamentale affidarsi esclusivamente a piattaforma regolamentate e certificate:

Clicca qui per investire con il broker certificato eToro

FAQ

Quali sono i migliori investimenti redditizi?

I migliori investimenti redditizi sono le azioni, gli ETF, le materie prime e le criptovalute.

Quali sono gli investimenti sicuri e redditizi?

Generalmente gli investimenti con un basso livello di rischio sono anche quelli con minore prospettive di rendimento. Proprio per questo investimenti tradizionali come i conti deposito, i buoni fruttiferi postali o i titoli di stato, hanno perso molto del loro appeal negli ultimi anni. Generalmente sono un buon investimento per chi vuole “parcheggiare” il proprio capitale, ma non per chi è alla ricerca di un investimento redditizio nel breve termine.

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 2]