Come comprare azioni lyft

Comprare azioni Lyft [la guida completa ed aggiornata]

Lyft è un’azienda attiva nel settore del ridesharing. Mette in contatto chi cerca un passaggio in auto con i proprietari di macchina che sono disposti ad accompagnare chi ne ha bisogno in un determinato posto. 

Comprare azioni Lyft è possibile all’interno dei principali broker online. L’instabilità economica dell’azienda però, insieme alle sue perdite, la rendono poco sicuro quando si parla di speculazioni, specialmente per chi si affaccia adesso a questo mondo. La cosa migliore da fare se davvero desiderate speculare sull’asset Lyft è studiarsi un buon piano d’azione.

All’interno di questo articolo ci occupiamo di:

  • La storia di Lyft
  • I principali competitor
  • I migliori broker online dove comprare azioni Lyft
  • Quali sono i vantaggi nello scegliere le azioni Lyft
  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    **Terms and Conditions apply. **75% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money
  • Broker:
    Deposito Minimo: 250 €
    Licenza: Cysec
    • Segnali SMS
    • Leva fino a 400 per trader professionisti
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Piattaforma professionale
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Comprare azioni Lyft: storia e informazioni generali

Fondata nell’anno 2012, oggi Lyft è considerata in America la seconda azienda più grande nel settore del ridesharing, subito dopo Uber. Attualmente non opera in Italia ma solo negli Stati Uniti (644 città) e in Canada (12 città). In pratica grazie all’app mobile Lyft è possibile entrare in contatto con i proprietari di autovetture per ottenere un passaggio e raggiungere così il posto di destinazione.

La società inizia a riscuotere un certo successo nel 2016, quando riesce a raccogliere un miliardo di dollari attraverso una raccolta di fondi, dove il maggior investitore fu il gruppo General Motors. Nel 2017 grazie ad altri 600 milioni di dollari di capitale raccolti, può iniziare a far competenza davvero a Uber. E ci riesce anche grazie alla partnership con Disney World per dar vita a Minnie Van, un sistema di trasporto su richiesta.

Il 29 marzo 2019 entra ufficialmente in Borsa. Al momento abbiamo assistito a un buon 9% di crescita nonostante il 2018 non sia stato un anno particolarmente profittevole per Lyft vista la sua perdita di 911 milioni di dollari.

Come comprare azioni Lyft

Prima di analizzare bene il modello di business, i competitor e quanto sono convenienti le azioni Lyft vediamo come fare a comprarle e quali sono i vantaggi dei differenti strumenti a nostra disposizione.

Possiamo scegliere tra due strade differenti. Da una parte ci sono gli istituti bancari e dall’altra i broker online con i loro contratti CFD (Contratti per Differenza).

Comprare azioni Lyft presso una banca italiana può essere producedente solo se cerchiamo qualcosa di veloce e dove non dobbiamo gestire niente. Il problema però è che i titoli stranieri difficilmente sono acquistabili presso le banche nazionali e inoltre, si rivela una strategia davvero molto costosa. La banca infatti ci fa pagare per ogni azione compiuta e ci sono anche delle spese fisse di mantenimento da sostenere, oltre a una tassa di apertura.

Il fatto che sono poco controllabili è in realtà uno svantaggio per coloro che sono esperti nel settore azionario. I quali quasi sempre scelgono di rivolgersi alle piattaforme di broker online.

I contratti CFD sono infatti la miglior soluzione in termini di semplicità ma anche di soldi spesi. Sono molto più economici e inoltre consentano di acquistare asset finanziari di praticamente qualsiasi tipo. Si possono quindi trovare le azioni di Lyft.

Tutti i vantaggi di affidarsi a un CFD per comprare azioni Lyft

  • I broker online sono piattaforme sicure. La cosa importante è far attenzione che possiedano una licenza valida, come quella di Cysec. In questo modo siete tutelati e non andate incontro a frodi e truffe.
  • I costi da sostenere sono esclusivamente quelli relativi agli investimenti che fate. Non ci sono spese fisse e questo permette già di risparmiare un bel po’ di soldi.
  • Con i CFD si specula tanto a rialzo quanto a ribasso. E’ un vantaggio interessante perché consente così di scegliere in base alle proprie personali analisi del mercato l’investimento migliore. Anche nel caso di Lyft infatti, dove spesso le previsioni non sono ottimistiche, è possibile fare buoni investimenti.
  • Ogni broker mette a disposizione diversi servizi innovativi, come per esempio eToro con il suo Copy Trading. Ci sono poi in quasi tutte le migliori piattaforme di trading dei conti demo per iniziare ad applicare le strategie senza rischiare di perdere soldi.

Dove comprare azioni Lyft?

E’ possibile comprare azioni Lyft su diversi broker online o affidandosi a una banca. Qui sotto vi parliamo dei due broker maggiormente utilizzati in Italia: eToro e ForexTB.

eToro

eToro è vista dai maggiori esperti di investimenti come una delle migliori piattaforme di broker online. E’ sicuro e ha ottenuto la certificazione Cysec. E’ uno dei pochi presenti anche negli Stati Uniti, con una valutazione di 100 milioni di dollari e ben 10 milioni di utenti registrati in 140 paesi del mondo. Riuscì a ottenere da parte di Sberbank e Ping An 27 milioni di dollari in investimenti.

Sono tanti i motivi per cui eToro si dimostra perfetto per comprare azioni Lyft. Per esempio la piattaforma è piuttosto intuitiva, garantisce una buona assistenza al cliente e non ci sono commissioni fisse da sostenere.

Con eToro si può investire sugli asset più rinomati ma anche su tanti altri poco conosciuti. Il tutto facilitato da alcuni strumenti innovativi come Copy Trading, il quale ti permette di copiare e riprodurre tutte le strategie che vi interessano dai migliori trader. Permette anche di aumentare le possibilità di vittoria.

Per quanto riguarda invece il deposito minimo è di 200€. Il supporto clienti è in italiano e permette di effettuare depositi e prelievi utilizzando tanti metodi differenti.

Clicca qui per aprire un conto con eToro

ForexTB

ForexTB è la seconda piattaforma che vi consigliamo di utilizzare. Altrettanto affidabile e autorizzata da CySec. Vi sono oltre 270 asset sui quali investire, tra cui Lyft.

Con ForexTB tutti i prelievi e i depositi sono sicuri e possono essere effettuati con accredito sulla carta di credito o con bonifico bancario.

Potete utilizzare il broker online sia utilizzando il pc, sia attraverso tablet e smartphone. Gli investimenti sugli asset consentono di speculare senza possederli davvero, ma solo generando profitti o perdite in base al cambio di prezzo nel mercato.

Un servizio innovativo che mette a disposizione è quello dei segnali di trading. In pratica ricevete delle notifiche in tempo reale quando il titolo di Lyft è in rialzo. Sono analisi elaborate da esperti di finanza. Per quanto riguarda invece il deposito minimo per iniziare a utilizzarla è di 250€.

Richiedi qui i Segnali di trading offerti da ForexTB

Lyft: modello di business

Il modello di business di Lyft non è certo uno dei migliori. In pratica il suo scopo è quello di vendere 20 dollari di servizi al costo di 19 dollari. In pratica va già in perdita di 1 dollaro. Lo compensa però con il volume crescente di entrate. E’ riuscita quindi ad aumentare le entrate del 63% in un anno, tuttavia però allo stesso tempo con un’elevata crescita nelle perdite. Con l’aumento tanto delle entrate quanto delle perdite, non vi è segno di redditività.

Il CEO Logan Green ha parlato dell’azienda sottolineando come vi è sempre più coinvolgimento per quanto riguarda l’innovazione e vi è una forte crescita degli autisti attivi, con un aumento dei loro guadagni. In pratica lo scopo è quello di arrivare alla fine del 2021 reditizi. Guardando però all’attuale modello di business e le battaglie con Uber, la questione sembra ancora poco chiara e difficile da risolvere.

Competitor Lyft: chi sono?

L’unico competitor di Lyft è Uber, considerato il pioniere di questo servizio. Insieme ad AirBnb infatti è il maggior rappresentate dell’economia collaborativa. Lyft però ha già ottenuto eccellenti risultati in questi anni e riesce a tenerli testa, pur sempre restando fermo al secondo posto.

Uber è il pioniere di questo tipo di servizio. Funziona come un intermediario tra l’utente e l’autista privato grazie alla sua applicazione mobile e il sito internet. L’autista mette a disposizione il suo tempo e la sua macchina per coloro che invece hanno bisogno di un mezzo di trasporto con autista per raggiungere una determinata destinazione.

Uber ha sede ha San Francisco (California) e opera in 77 nazioni e oltre 616 città. Arrivò in Italia nel 2013, ma solo come UberBlack, la sua versione più costosa. Nel nostro paese infatti ha dovuto sopportare diverse controversie legali che, secondo il parere di alcuni, sono dovuti alla poca capacità di adattarsi al nuovo modo di vedere il lavoro e una ristrettezza per il settore innovativo da parte dello Stato.

Sembra però che per il governo italiano ha scelto di agire in questo modo per poter tutelare gli interessi pubblici e perché, nonostante un settore nuovo sia appetibile, non significa che sia salvo da diversi tipi di rischi.

Le controversie però le ha dovute affrontare anche negli USA, dove i taxi professionali e i poteri pubblici hanno accusato Uber di concorrenza sleale. Inoltre diverse polemiche erano rivolte all’aspetto fiscale, perché organizzò l’attività commerciale come occasionale quando invece era regolare. Ciò che gli è stato chiesto è di rispettare le regole sociali, amministrative e fiscali attualmente in vigore. La dove non è possibile, vi è il divieto di utilizzare i servizi Uber.

Conviene comprare azioni Lyft?

Guardando ai dati che abbiamo in possesso relativi al 2019 vediamo che le previsioni non sono particolarmente rosee. Nonostante le entrate aumentate del 52%, ha subito un crollo dei titoli del 10% in un solo giorno.

Gli sviluppi positivi comunque ci sono stati. Nel 2019 sono aumentati del 23% gli autisti attivi, ha tagliato la perdita netta non-GAAP e ha ridotto alcune spese, tra cui quelle del marketing. Ha scelto di ridurre significativamente l’attività promozionale ma ha anche iniziato a fare meno sconti. Arrivando così a risparmiare un po’ di soldi.

Nonostante questi aspetti positivi si può vedere che il prezzo delle azioni non sale. Probabilmente le sue perdite hanno messo un po’ di paura tra gli investitori che hanno scelto di navigare tra acque un po’ più facili da gestire.

A conti fatti perciò non si può dire che comprare le azioni Lyft sia considerata oggi la mossa più saggia e sicura. Ciò non significa che manca la possibilità di ottenere vantaggi.

Il target price Lyft infatti è buono. Si parla per il 2020 di 41€ secondo gli analisti di Wall Street, con un titolo che potrebbe crescere del 29,1%. Vi sono però scarse possibilità di generare profitti entro il 2020.

Azioni Lyft previsioni

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, non è considerata la mossa più sicura acquistare ora le azioni Lyft, questo a causa delle perdite aziendali. Le previsioni però sono abbastanza buone. Vediamo adesso il grafico.

Conclusioni

Lyft è la seconda azienda più importante d’America per quanto riguarda il servizio di trasporti alternativo che mette in contatto gli autisti privati con i propri clienti in cerca di un mezzo e qualcuno che possa condurlo. A livello azionario però sono molti gli investitori che diffidano da puntare su questa azienda il proprio denaro, questo per le forti perdite che ha subito e dal suo modello di business che non risulta particolarmente allettante. Chi si occupa di comprare azioni però ha anche saputo vedere nel buono nelle crescite degli ultimi tempi e nelle previsioni future.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    **Terms and Conditions apply. **75% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider. You should consider whether you can afford to take the high risk of losing your money
  • Broker:
    Deposito Minimo: 250 €
    Licenza: Cysec
    • Segnali SMS
    • Leva fino a 400 per trader professionisti
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Piattaforma professionale
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
Quali sono i migliori broker per comprare azioni Lyft?

I migliori broker secondo la nostra esperienza sono eToro e ForexTB.

Di cosa si occupa Lyft?

E’ un’azienda innovativa di ridesharing. E’ una piattaforma dove chi cerca un passaggio può mettersi in contatto con conduttori muniti di macchina che possono, in cambio di soldi, portarli dove hanno bisogno. 

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]