Investimenti sicuri oggi

Come investire in sicurezza il proprio capitale

In questa guida analizzeremo nel dettaglio come investire in sicurezza il nostro capitale.

In un mondo come quello in cui viviamo oggi, in sempre più rapida e costante crescita, dove l’informazione dilaga ed è sempre più difficile tenere il passo e avere un’idea chiara e strutturata dei fenomeni sociali, gli stessi concetti di lavoro e finanza sono cambiati radicalmente.

Fino a non molti decenni fa la carriera lavorativa iniziava a 20 anni (se non prima), e solitamente il lavoro intrapreso diventava per la vita. Era una certezza, un diritto e un dovere, così come il miraggio della pensione di nota fama. Oggi invece tutto questo sistema è come ben sappiamo quantomai precario e labile: raro al giorno d’oggi trovare infatti un lavoro fisso, un contratto che sia realmente tale e quindi prospettato sul reale lungo termine, e circa la pensione l’unica certezza al momento pare sia che nessuno di noi nati oltre il 1980 potrà mai goderne.

Occorre quindi molta capacità di adattarsi e adeguarsi, aspetti che sono necessari ormai nei mercati e nellafinanza. Di conseguenza, anche investire il proprio capitale richiede conoscenza e consapevolezza. Il primo passo è quello di affidarsi ad operatori certificati e regolamentati.

La sicurezza dei nostri fondi, prima ancora delle performance economiche, ha la priorità.

Grafici e studi sull'andamento

Investire in sicurezza: Sogno o realtà?

Un altro fondamentale comparto della nostra società che ha perso la sua essenza e riconoscibilità, un mondo che una volta pareva appannaggio di pochi grandi imprenditori, manager e viene quasi da dire gentiluomini, e dove oggi invece chiunque può investire e arricchirsi, ma anche perdere tutto.

I due fenomeni appaiono collegati anche sotto questo aspetto: la difficoltà innegabile che il mondo del lavoro sta vivendo nel nostro Paese porta infatti molte persone a cercare strade in apparenza più facili per guadagnarsi da vivere. A questo punto entra in gioco il mondo della finanza, dove appunto semplicemente da casa con un computer e una connessione internet è possibile guadagnare online anche molto più di uno stipendio medio.

Per questo anche nel Belpaese il numero di trader cresce esponenzialmente ogni anno, e a oggi sono circa 10 milioni gli italiani attivi nel mondo del trading online.

Tuttavia come già accennato molti investitori agli esordi si lasciano attrarre dalle promesse dei molti broker che negli ultimi anni sono nati per soddisfare le richieste dei numerosissimi nuovi utenti, sempre alla ricerca di un partner finanziario in grado di soddisfare le loro esigenze. Purtroppo oltre ai facili guadagni ci sono però anche altrettanto facili ed alti rischi, un aspetto ovvio e banale ma spesso sottovalutato dai neo traders.

Di seguito, una lista di Broker certificati con i quali poter investire online in totale sicurezza.

Migliori Broker Trading Online

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
etoro
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
200 Inizia
*Terms and Conditions apply.
**76% of retail CFD accounts lose money
24option
  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis
250 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
Markets
  • Trend dei traders
  • Demo gratis
100 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
Trade.com
  • Corsi gratuiti
  • Demo gratis
100 Inizia
*Terms and Conditions apply
**dsddsabbbj
plus500
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
100 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)

Investire in sicurezza: Concetti generali

Ad oggi individuare investimenti sicuri è quantomai difficile, specialmente in questo momento storico dove davvero i confini della finanza appaiono quanto mai sfuggenti e illusori. Certo il mercato finanziario globale si è enormemente evoluto e diversificato, e oggi è indubbiamente in grado di offrire una imponente varietà di strumenti in grado di rispondere alle più disparate esigenze.

D’altro canto però questo enorme labirinto di strumenti finanziari viene governato da pochi grandi nomi che controllano oltre il 90% del mercato mondiale, che certamente non hanno interesse a proporre strumenti semplici e sicuri agli utenti medi, anche se secondo le statistiche sono ormai gli stessi risparmiatori ad affidarsi a piani e soluzioni che neanche comprendono fino in fondo, correndo spesso enormi rischi neanche calcolati.

Si tratta di un’eventualità che peraltro riguarda anche i grandi attori della finanza, ricordiamo per esempio tutti l’apice della crisi scoppiata oltre dieci anni fa, con l’esplosione della bolla legata ai mutui sub-prime.

Analizziamo quindi gli aspetti principali da tenere in considerazione prima di affrontare qualsiasi tipologia di investimento.

Pianificare i propri investimenti è importante

Tuttavia nel lungo termine, anche con questi strumenti, difficilmente il capitale potrà essere protetto dalla costante erosione dell’inflazione.

L’investitore che voglia ovviare a questo problema deve necessariamente affrontare i volubili mercati finanziari, in altre parole correndo qualche inevitabile rischio di perdita nominale nel breve termine per difendere realmente i risparmi in termini reali. Infatti per moltissimi risparmiatori l’orizzonte temporale in cui proiettano le proprie strategie, quello in cui è necessario proteggere il capitale, non è di pochi giorni o mesi, ma almeno di qualche anno.

Non tutti infatti hanno necessità di spesa a breve termine, o sono condizionati dall’esigenza di poter liquidare in qualsiasi momento il proprio investimento. Su questo piano si gioca lo scarto tra i veri trader e gli ingenui investitori, ovvero una corretta pianificazione della gestione delle proprie finanze, supportata da una quotidiana analisi che confermi le proprie teorie.

Un’altra opzione da considerare se si vuole investire in asset sicuri e orientati al lungo termine, con bassa possibilità di oscillazione del prezzo e nessun rischio di default, è appunto quella dei titoli a tasso nominale e titoli a capitale indicizzato all’inflazione con cedola reale.

Investimenti a rischio zero esistono?

I titoli a tasso nominale hanno il difetto di non coprire dall’inflazione inattesa, basti pensare che il rendimento dei tradizionali Btp è pari all’inflazione attesa più un premio per il rischio. Invece i Btpei e OaTei francesi calcolano la cedola su un capitale che si rivaluta ogni giorno per effetto dell’inflazione in tutta l’Eurozona, e in questo modo possono garantire la maggior protezione reale del capitale al minor rischio possibile.

Detto questo bisogna ricordare che anche le obbligazioni a cedola nominale possono offrire simili garanzie, ma con esiti purtroppo non sempre altrettanto certi. Anche i titoli a cedola variabile agganciati a tassi di mercato a breve termine, come i CcT o le tante emissioni societarie o sovranazionali con cedola indicizzata all’Euribor, introducono nel portafoglio dell’investitore un’ulteriore e interessante possibilità di copertura dalle perenni oscillazioni dei mercati globali, ma anche questi non garantiscono la protezione del capitale reale.

Gli inevitabili rischi di oscillazione di prezzo di tutte queste categorie di titoli possono comunque essere ridotti optando per delle durate non troppo lunghe. Se la scadenza di un’obbligazione è più vicina infatti le quotazioni potranno anche fluttuare, ma in ogni caso in maniera più contenuta: in questo modo si rinuncerà a qualche decimo di punto percentuale di rendimento, ma si potrà d’altro canto considerare il proprio capitale come protetto.

Si tratta di distinzioni banali per l’investitore esperto, ma fondamentali per riuscire a impostare la propria attività di trader sui giusti binari, in modo da permettergli di districarsi con coscienza in questo grande labirinto che è appunto la finanza moderna.

Proprio questo è l’obiettivo che il nostro sito si propone, fornire al trader tutti gli strumenti e le informazioni utili per far fruttare al meglio il proprio capitale investito.

Come investire in sicurezza: Ecco le migliori opzioni

Di seguito un elenco di soluzioni di investimento alla portata di tutti e con la divisione in categorie di rischio:

  • Basso
  • Medio
  • Alto

Il concetto generale è che si possono effettuare investimenti in sicurezza anche a fronte di un profilo di rischio più alto. In questi casi, l’importante è affidarsi ad operatori qualificati e professionali. Inoltre, l’equazione “maggiori rischi=maggiori rendimenti” è sempre valida.

Per questo motivo, nelle successive categoria saranno presenti anche investimenti sicuri adatti però ad investitori più avvezzi al rischio.

Investimenti a basso rischio

Gli investimenti tradizionali per eccellenza, hanno regalato soddisfazioni fino agli anni ’70. In seguito, tra inflazione e calo dei rendimenti, hanno offerto davvero poco in termine di performance. Tuttavia, se fino a qualche anno fa rappresentavano una soluzione valida per parcheggiare la liquidità, ad oggi i rendimenti offerti sono così bassi da non coprire neanche questa esigenza.

Spesso la differenza viene fatta dalla volontà (o meno) di immobilizzare il capitale. Negli ultimi anni gli investitori vogliono fare ben volentieri a meno di questa caratteristica.

In questo caso sarebbe consigliabile quindi orientare la propria scelta verso i conti deposito, i libretti bancari, i libretti postali e i buoni postali a rendimento reale o nominale. Attraverso questi strumenti si può avere la certezza di liquidare l’investimento in qualsiasi momento senza registrare una perdita.

Alternative interessanti potrebbero essere anche i BoT, i fondi e gli Etf di liquidità, i quali tuttavia non possono offrire le stesse garanzie.

Nello specifico, investimenti a basso rischio ma con performance inferiori all’ 1% annuale sono:

  • Libretti postali
  • Conto deposito
  • Pronti contro termine
  • Obbligazioni statali

Investimenti a medio rischio

In questa sezione troviamo probabilmente le migliori modalità per impiegare i nostri capitali. Soprattutto basandoci sulle performance ottenute nell’ultimo anno, i risultati sono davvero notevoli. Infatti, se nella categoria precedente i rendimenti attesi si assestavano intorno all’1%, in questa sezione abbiamo inserito modalità di investimento con ritorni anche fino al 50%.

Scopriamo quali.

  • Copy Trading di eToro

A metà tra un Hedge Fund ed un ETF, il brevetto denominato Copy Trading permette di selezionare i Trader più profittevoli presenti nella piattaforma eToro e replicare in automatico la loro operatività. Insomma, una volta scelti i migliori, con un Click le loro operazioni verranno replicate nel nostro Account, senza costi aggiuntivi.

I risultati? Sono visibili nella sezione “Top Traders” o “Popular Investors” nel sito di eToro. negli ultimi 12 mesi, ci sono stati numerosi Traders che hanno avuto performance superiori al 20% annuo. Una performance incredibile.

Ovvio, investire in Top Trader non è sicuro quanto un buono postale. Tuttavia, l’investimento minimo è inferiore (€200) ed il rendimento notevolmente maggiore (1% contro 20% medio).

Scopri i vantaggi del Copy Trading di eToro
  • ETF

Altra modalità di investimento molto utilizzata, presenta buoni vantaggi in termini di Performance. Così come per il Copy Trading, la media annuale è stata di un 20% di profitto generato, con picchi del 50% come lo S&P Technology Select Sector.

Tuttavia, per investire in ETF occorre un capitale iniziale abbastanza ampio (superiore ai €1.000 ed occorre considerare spese di apertura conto, commissioni di gestione e di rendimento in caso di performance.

Investimento ad alto rischio

A fronte di rischi più alti, sarà possibile effettuare investimenti davvero performanti. I migliori del 2019 sono stati senza dubbio due.

  • Criptovalute

Il nuovo Asset ha generato performance a due cifre e fatto la fortuna di numerosi investitori. In questo caso, più che in tutti gli altri, vale la regola dell’attenta scelta della piattaforma di investimento. Infatti, numerosi sono stati gli Exchange o i Broker finiti nel mirino delle autorità per frodi o truffe.

Di conseguenza, scegliere il giusto Partner per investire in criptovalute sarà fondamentale. In questo caso, il Broker eToro permette di negoziare le crypto o con il Copy Trading (descritto in precedenza) oppure con il CryptoCopyFunds. Molto simile ad un Hedge Fund, è un fondo a gestione passiva composto dalle migliori criptovalute.

I risultati? Quest’anno il CryptoCopyFunds sta ottenendo una performance del 22%!

Scopri di più sul CryptoCopyFunds di eToro
  • Azioni

Uno degli Evergreen degli investimenti finanziari è l’operatività su azioni. In questo caso, facciamo riferimento al trading con i contratti azionari CFD al fine di speculare anche in caso di ribasso del prezzo.

In questo 2019 le azioni sugli scudi, oltre ad Apple, sono state (tra le altre) la Juventus e Tesla. Investire in queste società comporta rischi più alti rispetto alla sottoscrizione di un titolo di Stato, tuttavia nel 2019 sono decine le aziende che hanno overperformato il mercato con profitti a due zeri.

Scopri i vantaggi del trading azionario con i CFD

Conclusioni

Investire in sicurezza è un concetto diverso dall’investire “senza rischio”. Infatti, il rischio è una componente inalienabile dell’investimento. Coloro che affermano il contrario sono in malafede o ingenui.

Tuttavia, è possibile investire in assoluta sicurezza se ci riferiamo ad una piattaforma regolamentata sulla quale operare oppure scegliendo di operare su Asset certificati.

In questo articolo abbiamo selezionato diverse tipologie di investimento classificandole proprio in base al livello di rischio. Oltre a dare, ovviamente, suggerimenti e consigli generali per un’esperienza di investimento sicura e profittevole.

Come da risultato, la piattaforma eToro permette di negoziare vari strumenti, diversificati per livello di rischio, in condizioni ottimali. Ad oggi, rappresenta il Partner migliore per investire sui mercati in sicurezza.

Registrati su eToro attraverso questo Link

 

Our Score
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]