bitcoin truffa

Bitcoin truffa: cosa c’è di vero?

Da dieci anni a questa parte, sulle criptovalute si dice di tutto e di più. Tra le convinzioni più radicate, troviamo senza dubbio lo schema mentale “Bitcoin truffa”. Usiamo la definizione schema mentale non a caso, dal momento che i pensieri relativi alla poca sicurezza di questa criptovaluta non hanno nulla di fondato e reale. Sono appunto solo pensieri senza alcuna corrispondenza effettiva. Il Bitcoin è infatti una valuta digitale assolutamente priva di pericoli. Allora, per quale motivo, sono così tante le persone che pensano sia una truffa? Nelle prossime righe, cercheremo di capire qualcosa di più in merito.

Per rispondere a questa domanda, abbiamo creato una guida completa, che contiene anche consigli utili per fare trading con sicurezza e in maniera legale soprattutto.
Clicca qui per iscriverti gratis su Plus500

Bitcoin critiche: quali sono i motivi?

Quali sono i motivi dietro alle critiche di chi abbraccia il luogo comune “Bitcoin truffa”? Sostanzialmente, possiamo trovare due ordini di cause.

  • Frustrazione di trader alle prime armi che, convinti di poter investire senza un minimo di formazione alle spalle, si sono scottati, hanno perso soldi e, presi dalla rabbia, si sono sfogati online scrivendo recensioni negative su Bitcoin (e altre criptovalute).
  • Promotori di sistemi poco onesti che, facendo leva sulla poco conoscenza del trading online e sui problemi economici delle persone, denigrano Bitcoin e i broker seri per portare acqua al proprio mulino.

Andare oltre a tutto questo è fondamentale per fare trading in maniera efficace. Per procedere senza particolari problemi, è necessario innanzitutto rivolgersi a broker onesti, rifuggendo tutti quei sistemi che promettono guadagni stratosferici da un giorno all’altro. Il trading online fatto seriamente non permette di cambiare vita dall’oggi al domani. Bisogna formarsi, sperimentare, chiedere a chi ne sa di più e, ovviamente, anche sbagliare. I trader migliori, infatti, hanno commesso errori e da questi hanno imparato a migliorare la propria strategia.

Bitcoin opinioni 2018: cosa sapere per investire

Per fortuna, il numero di persone che credono che il Bitcoin sia una truffa sta diminuendo sempre di più. Al giorno d’oggi, infatti, è più facile reperire online informazioni veritiere sulla criptovaluta. Ci sono truffe e soggetti privi di scrupoli che tentano ogni espediente pur di guadagnare ma, diciamolo, ci sono anche tanti contenuti che mettono in chiaro le cose e che forniscono linee guida per fare trading in maniera sicura.
Clicca qui per iscriverti gratis su 24option

Come già detto, per riuscirci bisogna partire dai broker giusti. Prima di scegliere, è necessario fare il punto della situazione sui criteri da considerare. Ecco i principali.

  • Legalità: da una decina d’anni a questa parte, l’occhio del legislatore europeo è sempre più attento a tutto quello che riguarda il trading online.  Esistono direttive specifiche, come per esempio la MIFID, e organi come la CySEC, che fornisce le licenze alle varie piattaforme. I broker, per essere davvero legali, devono essere anche autorizzati a operare nei vari Paesi da realtà come la Consob in Italia. Se sulla piattaforma scelta per fare trading di Bitcoin sono presenti riferimenti in merito, allora vale la pena iscriversi e aprire un conto demo. In caso contrario, è opportuno continuare la ricerca.
  • Possibilità di aprire il conto demo: abbiamo citato il conto demo, un passaggio importantissimo per fare trading di Bitcoin (e non solo) in sicurezza. Con un conto senza denaro reale, è possibile impratichirsi sulle caratteristiche dell’asset, ma anche farsi un’idea chiara in merito alle peculiarità della piattaforma. Dopo qualche ora di demo, però, è il caso di concentrarsi sul conto con denaro reale. Solo così, infatti, è possibile fare esperienza del vero trading online, un ambito in cui il rischio, a prescindere dall’asset, è sempre in agguato.
  • Gratuità: i broker che applicano commissioni, tra i quali è possibile annoverare le piattaforme di trading dei grandi gruppi bancari, non vanno considerati. Per fortuna sono sempre di meno dal momento che, oggi come oggi, i broker seri guadagnano solo dallo spread, ossia la differenza minima tra bid e ask.

Molto importante, quando si punta a fare trading di Bitcoin senza essere truffati, è anche prendere in esame la presenza di sussidi formativi sul broker. Bisogna assolutamente diffidare dei contenuti a pagamento che promettono mirabilie grazie al Bitcoin in poco tempo. Sui broker che stiamo per citare, sono presenti contenuti formativi gratuiti e compilati da trader che conoscono tutti i trucchi pratici del mestiere.

Per concludere i criteri fondamentali dei broker per fare trading di Bitcoin con sicurezza, ricordiamo i CFD. Grazie a questi strumenti derivati, messi a disposizione dalla maggior parte dei broker online, è possibile fare trading senza acquistare l’asset e replicandone l’andamento. Questo significa che si ha modo di guadagnare anche se Bitcoin perde quota. Quello che conta, infatti, è aprire la posizione giusta tra long e short.

Detto questo, facciamo una veloce panoramica dei broker migliori per fare trading con la più famosa tra le criptovalute.

Plus500

Broker disponibile online dal 2008, permette di fare trading di Bitcoin con i CFD, di aprire un conto demo e di operare in mobilità grazie a un’app dedicata. Legato a diverse società quotate sulla Borsa di Londra, è considerato tra i più semplici e sicuri.
Clicca qui per iscriverti gratis su Plus500

bitcoin critiche
Plus500 consente di fare trading di Bitcoin in maniera legale ed efficace

Markets.com

Caratterizzato da una sessione con contenuti formativi gratuiti eccellenti, ha un ottimo customer care e, ovviamente, non applica commissioni.

Clicca qui per iscriverti gratis su Markets.com

eToro

Questo broker permette di fare trading di Bitcoin imparando dai migliori. Grazie al social trading e ricercando i guru tramite l’apposita funzione, è possibile replicare automaticamente le strategie di chi ha avuto successo e condiviso i propri risultati sul profilo gratuito messo a disposizione dal broker.

Bastano queste pillole per rendersi conto che, davvero, Bitcoin non è una truffa! Molto importante, a prescindere dal broker scelto, il rischio è una componente ineliminabile e non dipende affatto dall’abilità di chi opera!

bitcoin opinioni 2017
eToro è un broker che consente di fare trading di Bitcoin imparando dai migliori

Inizia ora a fare trading su eToro