Investire sicuro oggi: la solidità dei fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento, tra i migliori investimenti sicuri sui mercati

Il 2017 in generale non è stato certo un anno stabile e tranquillo dal punto di vista finanziario, ma anzi ha visto crescere esponenzialmente un clima di diffusa incertezza causato da diversi eventi geopolitici di rilievo internazionale: attacchi terroristici, tensioni all’interno dell’Unione Europea, l’elezione di Trump, la minaccia di una guerra nucleare tra Usa e Corea del Nord sono infatti solo alcuni dei problemi emersi negli ultimi mesi a livello sociale, ma si tratta ovviamente di fatti che hanno fatto sentire il loro peso anche sui mercati finanziari. Per questo tutti quanti vogliano investire sicuro oggi sono giustamente confusi e titubanti, ma esistono ancora in realtà interessanti investimenti in grado di offrire una valida protezione del capitale. Tra questi rientrano certamente i fondi comuni, strumenti ormai molto apprezzati ormai in tutto il mondo in quanto presentano rischi tendenzialmente bassi, i quali costituiscono un ottimo modo per diversificare il proprio portafoglio e soprattutto sono gestiti secondo una logica di equità e trasparenza che i trader e risparmiatori sembrano effettivamente apprezzare molto.

Investire nel 2018 fondi comuni di investimento
Investire oggi in fondi comuni è certamente uno dei migliori investimenti sicuri in borsa.

I guadagni in compenso sono potenzialmente anche molto interessanti, motivo per cui sempre più investitori anche del Belpaese si stanno decidendo a investire i risparmi nei famigerati fondi comuni. Questi ultimi infatti sono un investimento accessibile per tutti in quanto investire in un fondo comune significa acquistare una quota (o più) del suddetto capitale, che nell’insieme poi verrà sfruttato dalla società che gestisce il fondo in modo da fornire guadagni quanto più alti possibile da suddividere poi tra i vari sottoscrittori in proporzione al numero di quote posseduto. Il meccanismo è quindi relativamente semplice e intuitivo, e consente inoltre diversi notevoli vantaggi come la già citata diversificazione degli asset (un fondo investe in molti asset in modo da diluire i rischi) o la legale differenza che corre tra i capitali del fondo e quelli invece della società di gestione del risparmio. In questo modo se la Sgr dovesse essere commissariata per qualche mancanza i capitali dei sottoscrittori sarebbero sempre protetti, ma allo stesso tempo se il fondo non dovesse portare i risultati sperati non arriverebbe un euro dalle casse della società di gestione del risparmio.

Investire nel 2018: fondi comuni per investire sicuro oggi

 

Esistono poi fondamentalmente due tipologie principali di fondi comuni di investimento, i fondi aperti e quelli chiusi: i primi sono quelli dove le quote possono essere acquistate in qualsiasi momento, anche da altri investitori, lasciando maggiore libertà ai sottoscrittori in generale. Nei fondi chiusi invece la sottoscrizione di tutte le quote deve essere completa prima che i capitali depositato possano realmente essere investiti, e a quel punto nessun sottoscrittore può più tirarsi indietro. Si tratta comunque di una scelta fondamentale per tutti quanti vogliano investire in fondi comuni oggi, in quanto i diversi oneri legati a queste due tipologie di investimento costituiscono di fatto le regole del gioco alle quali tutti i trader devono poi sottostare. In questo senso consigliamo senza dubbio ai lettori di interessarsi maggiormente ai fondi aperti, in quanto anche se forniscono rendimenti tendenzialmente minori sono senza dubbio molto meno vincolanti per quanto riguarda la disponibilità del capitale: a tutti infatti può capitare di dover disporre dei propri soldi in momenti di emergenza, e in questi casi è certamente meglio aver sottoscritto un fondo comune di investimento aperto che uno chiuso.

Fondi comuni investire oggi
Come e dove investire oggi in fondi comuni di investimento, i migliori investimenti del momento.

Si tratta quindi davvero di alcuni tra i migliori investimenti sicuri in assoluto disponibili in borsa oggi, ed è infatti per questo motivo che anche in Italia la loro affidabilità come strumento finanziario è diventata negli ultimi anni cosa ben nota agli investitori. Nel corso del 2017 infatti sempre più risparmiatori hanno deciso di investire in questo interessante asset, specialmente in ottica di diversificazione del proprio portafoglio: per rendere un’idea si parla di circa 7 milioni di italiani con un’incremento netto di oltre 300.000 investitori in più rispetto al 2016, per un guadagno negli ultimi 4 anni di circa 70 miliardi di euro nella sola Italia, numeri che da soli rendono l’idea della portata del fenomeno. Si tratta in effetti di un trend di rilievo internazionale iniziato anni fa e che da allora non ha mostrato cedimenti, merito appunto delle logiche etiche e trasparenti che caratterizzano i fondi comuni.