Investire in arte dal basso: la rivoluzione di Artbay.it

Elitario e antico, il nobile mondo degli investimenti in arte

Il dorato mondo degli investimenti nell’arte è sempre stato, storicamente, un mercato elitario, nobile e non accessibile a tutte le tasche, si tratta di un luogo comune che tutti conosciamo ma ormai non più così assoluto come in passato: infatti nei decenni come nei secoli e millenni passati la civiltà non era ancora arrivata a un livello di benessere tale per cui l’amore per la bellezza potesse portare a investire in arte, e anzi l’idea stessa di investimento era un concetto sconosciuto per la quasi totalità della popolazione. Gli unici a potersi concedere tali elitarie distrazioni erano ovviamente i più ricchi e nobili, e questo risulta valido dall’impero romano fino al secondo dopoguerra nel ‘900. L’arte non è insomma per tutti, come del resto non lo è mai stata storicamente la maggior parte degli investimenti, ma negli ultimi decenni la crescita esponenziale del mondo occidentale ha portato alla creazione di un mercato libero mondiale che ha aperto le proprie porte letteralmente a tutti i risparmiatori e cittadini, e questo vale anche per colorato e folle mercato delle opere d’arte.

Investire oggi in arte.jpg
Investire oggi in arte, secondo molti uno dei migliori investimenti del momento.

Grazie anche alla capillare diffusione di internet oggi è infatti possibile investire su tutti i mercati finanziari e asset comodamente da casa, in quanto esistono broker, mediatori, enti e partner finanziari in grado di venire incontro alle esigenze di tutti i tipi di investitore: quello dell’arte poi è un mercato davvero unico nel suo genere per caratteristiche, e presenta alcuni vantaggi oggettivi che negli ultimi anni hanno fatto tornare in auge gli investimenti in opere d’arte in tutto il mondo. Si tratta infatti di un mercato enorme e vivace, dove come per i diamanti non esistono criteri fissi e assoluti per valutare il bene che viene dunque valutato in maniera soggettiva. Questo è il grande punto di forza di questo comparto, che comunque rimane secondo la maggior parte degli analisti uno dei settori in maggior crescita nel 2017. Inoltre se affrontato con attenzione e ponderazione un investimento artistico si rivela statisticamente un ottimo investimento a medio e lungo termine: esiste poi un’enorme e ampia scelta di artisti tra emergenti e affermati, anche se consigliamo sempre di dirigerci verso i primi, vantaggi fiscali differenti a seconda del Paese e potenzialmente percentuali di payout da capogiro, senza contare la possibilità di fruire esteticamente del proprio investimento.

Artbay.it, la rivoluzione delle aste al contrario

Insomma i vantaggi a investire in arte sono molti, in primo luogo la possibilità di trovare investimenti per tutte le tasche: storicamente però sono le case d’aste, i collezionisti e i venditori a fissare le quotazioni e i prezzi delle opere, come del resto funziona per tutti o quasi i tipi di beni commerciabili, ma ora è nata una realtà in grado di scardinare questo meccanismo per la gioia di tutti quanti siano interessati a investire oggi in arte. È infatti da poco attivo il sito Artbay.it, una piattaforma di compravendita di opere d’arte atipica e singolare che si contraddistingue dal resto dei marketplace digitali artistici soprattutto per le due diverse modalità di acquisto tra cui è possibile scegliere: da un lato infatti vi è la tradizionale trattativa diretta con l’interessato, sia esso un artista, un museo, un esperto o un gallerista, dall’altro vi è l’innovativa e trasparente asta al contrario, un meccanismo nuovo che Artbay.it ha deciso di offrire agli investitori basandosi su nuove regole e principi pensati per tutelarli. Infatti nelle tradizionali aste, come noto, le offerte si susseguono a rialzo e solo la maggiore ottiene il premio finale: nelle aste al contrario invece è l’acquirente a impostare nella piattaforma una sorta di annuncio relativo al profilo dell’opera che si ricerca, impostando tra le altre variabili anche il prezzo massimo al quale si arriverebbe.

Artbay.it investire oggi
Le aste al contrario permettono all’acquirente di impostare fin da subito il prezzo per l’opera.

In questo modo sono gli stessi artisti a contattare l’interessato e a offrire a ribasso le opere d’arte, il tutto senza alcuna commissione e in maniera completamente gratuita. Si tratta quindi di una realtà davvero rivoluzionaria, in quanto permettendo agli acquirenti di decidere il prezzo delle opere viene annullata la variabile di soggettività che invece da sempre rientra negli investimenti artistici, senza contare che si tratta di un brand in grande crescita nel Belpaese: infatti non solo sempre più utenti, ma sempre più artisti, musei, gallerie e critici stanno creando profili ufficiali su questo sito, in modo da non perdere l’opportunità di sfruttare a pieno regime la visibilità e le occasioni fornite da un così versatile strumento. È insomma forse presto per chiamarlo un investimento sicuro, ma certamente Artbay.it rappresenta un’innovazione interessante nel panorama artistico internazionale, una realtà che è riuscita dopo millenni di prerogative a invertire le meccaniche delle transazioni artistiche, imponendo per la prima volta nella storia una quotazione dal basso.