Beni rifugio: i motivi per investire oggi in oro fisico

Beni rifugio, i migliori investimenti finanziari

Ogni investitore degno di tale appellativo sa che i beni rifugio sono con ogni probabilità la categoria di investimenti redditizi e sicuri più convenienti in assoluto. Infatti le commodities tendono come noto a conservare il proprio valore nonostante il passare del tempo, consentendo in generale interessanti margini di profitto specie se orientati sul lungo termine. Questa esclusiva caratteristica li rende inoltre ideali investimenti sicuri in tempi di crisi o guerra, quando l’instabilità monetaria insomma si fa sentire come sta accadendo ormai da anni in questo nostro mondo moderno e globalizzato. Per questo di fronte alla crisi che per tutto il 2016 e 2017 ha colpito il globo i beni rifugio sono stati tra gli investimenti preferiti dagli investitori in generale e in particolare dagli italiani, che in quanto storicamente ponderati negli investimenti si trovano decisamente a loro agio a investire nei beni rifugio. In particolare è il più puro dei metalli, l’oro, a detenere il primato di commodity per eccellenza, e in effetti i motivi per investire in oro oggi sono molti e diversi, motivo per cui cercheremo di raccoglierli in questo articolo per la comodità dei nostri lettori.

Beni rifugio i migliori investimenti finanziari
L’oro è da sempre e ancora oggi il miglior investimento sicuro.

Intanto l’oro è da oltre 5000 anni la moneta di scambio più usata della Storia, e in tutti questi secoli ha sempre mantenuto molto alto il suo livello di protezione contro la perdita di valore. Dagli antichi Romani fino a oggi il biondo metallo è insomma la valuta per eccellenza, e solo nell’ultimo secolo è stato sostituito dalle banconote, valute elettroniche e in genere valute di carta non convertibili. Si tratta evidentemente di un altra questione rispetto al bene fisico vero e proprio, in grado di vantare ben altre garanzie. Il concetto è insomma questo: l’oro è sempre stato il bene prezioso per eccellenza, rappresenta da millenni nell’immaginario collettivo l’idea di ricchezza, e costituisce letteralmente un investimento sicuro dimostrato dalla storia stessa, mentre i vari strumenti finanziari e valute cartacee odierne sono solo un esperimento relativamente recente nella storia del mondo. Pochi altri asset possono vantare un tale curriculum, ma questo è solo l’inizio dei vantaggi legati alla compravendita di oro: si tratta infatti di un comparto dove la domanda supera l’offerta, in quanto la prima è sempre molto elevata, mentre la seconda non può tenere il passo in quanto le miniere conosciute sono attualmente sfruttate al massimo, e la produzione non può certo aumentare in questo senso. Questo permette alle quotazioni dell’oro di rimanere sempre ad alta quota, senza contare che quest’ultimo non può in alcun modo andare in bancarotta.

Perché l’oro è il miglior asset in cui investire nel 2017

Tutti questi vantaggi sono legati al fatto che l’oro è un bene fisico, reale, mentre la maggioranza degli strumenti finanziari oggi disponibili sui mercati finanziari sono virtuali, teorici, in altre parole non reali, non legati ad alcun bene fisico. Non per questo comunque a loro è riservata meno attenzione, si prendano per esempio i derivati: essi sono per molti tra gli investimenti migliori del momento e indubbiamente tra i più redditizi, ma di fatto i derivati sono stati tra i principali colpevoli della pesante crisi che ancora oggi ci portiamo dietro. Essi infatti tendono a destabilizzare la salute degli stessi istituti di credito, e di questo la recente cronaca anche solo in Italia ci dà fulgidi esempi che i lettori ben conosceranno. La bolla dei derivati, come viene chiamata, cresce a ritmo impressionante da anni, e se nel 2014 era pari a circa 10 volte il Pil mondiale, oggi il dato parla di una bolla pari a circa 17 volte il Pil mondiale. Insomma le prospettive future davanti a noi sono potenzialmente preoccupanti, e la colpa è ancora una volta principalmente dei derivati e delle scelte speculative delle banche.

Investire nel 2017 in oro
Oro, petrolio e diamanti sono davvero i migliori investimenti finanziari per vari motivi.

In uno scenario del genere l’oro appare invece ancora una volta come una solida certezza in cui investire i risparmi, e anzi addirittura sembra quasi sottovalutato al giorno d’oggi, dove a far paura dovrebbero essere invece le tonnellate di banconote stampate ed emesse ogni giorno, che gettano le basi (come molti hanno profetizzato) di un periodo imminente di alta inflazione, nel qual caso la carta-moneta perderà una parte significativa del proprio potere d’acquisto. Insomma nonostante i tentativi di Mario Draghi, Janet Yellen, le riforme e le promesse sembrano avvicinarsi tempi duri per il mondo della finanza, ma d’altro canto, come già ricordato in introduzione, l’oro ha già dato prova della sua solidità per 5000 anni tra crisi e guerre ben peggiori di quelle che stiamo affrontando ora, quindi non vi è motivo di dubitarne certo ora.