Investimenti finanziari sicuri: pro e contro dei diamanti

Investire oggi in diamanti, un mercato elitario e brillante

Il diamante, il più duro dei materiali attualmente conosciuti, è da millenni ricercato e desiderato dall’uomo che ne ha sempre, istintivamente, riconosciuto l’inestimabile valore. Sia per la loro unica bellezza che per i loro usi infatti questi tesori della natura sono sempre stati considerati come i beni più preziosi esistenti, e non di rado nei secoli è stata ipotizzata una loro origine divina. Col passare del tempo tuttavia il mondo è cambiato, e da ornamenti per corone e re i diamanti sono diventati anche merce di scambio in cui investire oggi. È ovviamente (e come ben rinomato) di un mercato elitario e prestigioso, che esiste da relativamente pochi secoli e indubbiamente controllato da pochissimi ed enormi protagonisti. Si tratta tuttavia di un comparto particolarmente vivo in questo difficile momento storico ed economico, merito indubbiamente dei numerosi vantaggi che il commercio di diamanti comporta: esentasse e di enorme valore, queste pietre vengono accettate in ogni Paese del mondo, sono piccole, facilmente occultabili e in quanto bene rifugio costituiscono una totale garanzia contro i periodi di crisi o la ghigliottina dell’inflazione. Inoltre come già accennato si tratta di un mercato certamente di prestigio e di antico retaggio, ma benché le radici siano ancorate a secoli di lusso e nobiltà, oggi il settore si è volutamente aperto agli investitori privati, pur non rimanendo certo per tutte le tasche.

Investimenti sicuri diamanti.jpg
I diamanti sono davvero investimenti sicuri? Scopriamo insieme vantaggi e svantaggi.

Infatti i diamanti più piccoli sul mercato, quelli da 1 carato ovvero 0,2 grammi, possono avere un valore medio compreso tra i 6.000 e i 9.000 euro, mentre già uno da due carati di buona qualità potrebbe facilmente valere tra i 20.000 e i 40.000 euro. Un diamante è certamente un buon investimento, ma data la mole di quest’ultimo proprio per evitare truffe da decine di migliaia di euro è importante affidarsi a intermediari in grado di certificare la qualità (e quindi il valore) della pietra. Nel panorama odierno esistono molti siti e broker in grado di offrire servizi di compravendita per diamanti da investimento, ma di recente anche le stesse banche hanno iniziato a consigliarli come rinnovata forma di investimento, specialmente in questo difficile momento di crisi. Per investire in diamanti però occorrono tenacia, pazienza e conoscenza della materia, in quanto si tratta di un investimento a lungo termine che oltretutto fornisce reali guadagni unicamente nel momento della vendita finale. I diamanti sono insomma un comparto unico e atipico nel moderno mondo della finanza, dotato di innumerevoli pregi e difetti che cercheremo ora di analizzare brevemente per i nostri lettori, in modo da presentare una chiara e precisa fotografia di cosa significa investire nel 2017 in diamanti da investimento.

Come e dove investire oggi: pro e contro dei diamanti

Tra gli esclusivi vantaggi di queste preziosissime pietre vi è in primo luogo l’appartenenza alla prestigiosa categoria dei beni rifugio, i quali notoriamente non risentono di crisi, guerre e quotazioni mentre tendono invece a mantenere alto e costante il proprio valore. Già questo basta per considerare i diamanti come un investimento sicuro, possibilmente in ottica di diversificazione del portafoglio in quanto come ricordato i diamanti non garantiscono guadagni periodici di alcun tipo. Sono inoltre beni fisici e tangibili, che l’investitore azzardato volendo risparmiare potrebbe semplicemente conservare sotto il materasso, evitando in questo modo di pagare interessi, commissioni e rate a banche o enti finanziari. Sono inoltre unici e limitati, senza contare che il diamante è il materiale più duro esistente in natura, motivo per cui anche in ambito tecnico, scientifico e industriale il suo uso si sta estendendo in tutti gli ambiti. In quanto bene esclusivo e prezioso il diamante è poi accettato in tutto il mondo come moneta di scambio internazionale, ma anche volendo investire in diamanti in Italia i costi non sono un problema: è infatti un bene esentasse che consente peraltro di mantenere una notevole privacy molto apprezzata dagli investitori.

Diamanti migliori investimenti sicuri
Per molti i diamanti sono i migliori investimenti del momento.

Vantaggi unici ed esclusivi insomma, ma questo non significa che investire in diamanti sui mercati finanziari sia semplice o senza rischi: si tratta infatti di un mercato complesso ed elitario, sin dalla scelta della pietra. Molti sono infatti i parametri per stabilire il valore di un diamante, ma a questo abbiamo già dedicato molti articoli, mentre basti ricordare che ogni pietra (in quanto naturale) è unica e diversa dalle altre, motivo per cui la valutazione finale rimane comunque soggettiva e non assoluta, misurabile. Inoltre è spesso difficile trovare un acquirente, specialmente se si parla di diamanti di piccolo taglio, un fattore che molto spesso sbilancia gli investitori proprio alla fine del percorso di investimento, e in questi casi non è raro purtroppo subire anche ingenti perdite. Si tratta infatti di un mercato poco liquido e dotato di poca trasparenza per quanto riguarda i prezzi, proprio per il motivo appena spiegato riguardante l’unicità delle pietre, diverse in questo senso anche dai colleghi beni rifugio, comunque dotati di un prezzo per unità di misura. I diamanti inoltre sono quotati in dollari, un fatto questo che espone gli investitori al rischio di cambio, specialmente ora che il biglietto verde è legato a doppio filo agli scandali del Presidente Usa. Infine si tratta come noto di un settore dove le truffe purtroppo non mancano, inutile negarlo, ma questo non deve certo scoraggiare quanti siano intenzionati a investire oggi in diamanti.